Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Note degli sviluppatori per le applicazioni di Azure in Cina

Contenuto della sezione

Microsoft offre numerosi strumenti per creare e distribuire applicazioni per cloud nel servizio globale Microsoft Azure ("Servizio globale").

Azure in Cina ("Servizio Cina") è un'istanza distinta del servizio Azure gestita e fornita dalla società cinese 21Vianet attraverso i data center situati nella Repubblica popolare cinese (ad eccezione di Hong Kong, Macao e Taiwan). Pertanto, gli sviluppatori che creano e distribuiscono applicazioni nel Servizio Cina invece che nel Servizio globale dovranno conoscere le principali differenze tra i due servizi per la configurazione dell'ambiente di programmazione, la scrittura di applicazioni e la distribuzione come servizi ospitati in Cina.

Le informazioni di questo documento riepilogano queste differenze e integrano le informazioni disponibili sul portale di Azure cinese e nella raccolta di documentazione tecnica di Azure in MSDN. Informazioni ufficiali possono anche essere disponibili in altre risorse, ad esempio nel poster di Azure, in TechNet Wiki e in vari post di blog di dipendenti Microsoft. Questo contenuto è destinato a partner e sviluppatori che distribuiscono i loro prodotti nei data center ospitati in Cina.

Per gli aggiornamenti più recenti sulla disponibilità di funzionalità per il Servizio Cina, visitare il portale di Azure cinese. Per l'elenco delle attuali risorse di contenuti su Azure, vedere l'appendice di questo documento.

Poiché nella maggior parte del contenuto tecnico in inglese reso disponibile da Microsoft si presuppone che le applicazioni vengano sviluppate per il Servizio globale invece che per il Servizio Cina, è importante assicurarsi che gli sviluppatori siano al corrente delle principali differenze per le applicazioni destinate a essere ospitate in Cina.

Prima di tutto ci sono differenze nelle funzionalità, nel senso che alcune di quelle previste per il Servizio globale non sono disponibili in Cina.

In secondo luogo, per le funzionalità offerte in Cina ci sono differenze operative, il che significa che per usare il contenuto in inglese disponibile al pubblico (scritto per il Servizio globale), è necessario personalizzare il codice di esempio e i passaggi.

Le funzionalità di Azure seguenti sono al momento incluse nel Servizio Cina.

  • Calcolo - Macchine virtuali (per servizi IaaS)

    • Windows 2012 (solo in inglese)

    • Windows 2008 R2 (solo in inglese)

  • Calcolo - Servizi cloud (per servizi PaaS)

  • Calcolo - Siti Web

  • Servizi dati - Archiviazione (per BLOB, tabelle e code)

  • Servizi dati - database SQL

  • Database SQL - reti di importazione/esportazione SQL - Reti virtuali (per comunicare tra servizi cloud via reti locali)

  • Bus di servizio

  • Active Directory

  • Servizio di controllo di accesso - con interfaccia utente e spazio dei nomi specifici

  • Memorizzazione nella cache - è supportata solo la cache dedicata

I diagrammi seguenti mostrano i componenti attualmente disponibili nel Servizio Cina.

Le funzionalità di Azure seguenti non sono al momento incluse nel Servizio Cina.

  • Calcolo - nel Servizio Cina non è possibile aggiungere istanze del ruolo di lavoro come risorse di calcolo a un cluster HPC (High Performance Computing) locale creato con Microsoft HPC Pack 2008 R2 o Microsoft HPC Pack 2012. HPC Pack supporta l'aggiunta di istanze del ruolo di lavoro solo nel Servizio globale.

  • Spazio dei nomi ACS

  • Servizio mobile

  • Servizio multimediale

  • CDN

  • Servizi dati - report SQL

  • Servizi dati - sincronizzazione dati SQL

  • Servizio dati - HDInsight

  • Portale di gestione database SQL

  • Gestione traffico

In Azure un servizio ospitato è costituito da un'applicazione progettata per essere eseguita in tale servizio e da file di configurazione XML che ne definiscono la modalità di esecuzione. I servizi ospitati usano un file di definizione del servizio (.csdef) e un file di configurazione (.cscfg). Per altre informazioni, vedere Panoramica della creazione di un servizio ospitato per Azure.

Una delle principali differenze quando si sviluppa un servizio ospitato nel Servizio Cina è costituita dagli URI degli indirizzi degli endpoint. Ad esempio, gli URI per Azure e per il database SQL in genere terminano con windows.net. Per il Servizio Cina, gli sviluppatori devono essere in grado di riconoscere i casi in cui gli endpoint per gli URI sono diversi e devono quindi configurare gli strumenti che usano e le applicazioni che sviluppano in modo che usino correttamente gli URI per questi endpoint diversi.

Ecco alcuni esempi in cui è necessario cambiare gli URI degli endpoint:

  1. Configurazione di Visual Studio

  2. Definizione delle stringhe di connessione per il database SQL

  3. Definizione delle stringhe di connessione ad Archiviazione di Azure

  4. Definizione delle comunicazioni delle porte in Calcolo di Azure

  5. Uso delle API di gestione del servizio

  6. Reindirizzamento degli URL da un nome di dominio personalizzato al proprio servizio ospitato

  7. Emissione di certificati per endpoint HTTPS

  8. Uso di Diagnostica Azure, che si basa su Archiviazione di Azure

  9. Uso di strumenti e servizi progettati per essere eseguiti in Azure e che hanno specifici file di configurazione o file di definizione del servizio

  10. Caricamento di un'immagine per un ruolo VM con lo strumento CSUPLOAD

Usare la tabella seguente come guida per il mapping di endpoint pubblici di Azure e del database SQL a endpoint specifici del Servizio Cina.

 

Tipo di servizio URI del Servizio globale URI del Servizio Cina

Azure - Generale

*.windows.net

*.ch *.chinacloudapi.cn

Calcolo di Azure

*.cloudapp.net

*.chinacloudapp.cn

Archiviazione di Azure

*.blob.core.windows.net

*.queue.core.windows.net

*.table.core.windows.net

*.blob.core.chinacloudapi.cn

*.queue.core.chinacloudapi.cn

*.table.core.chinacloudapi.cn

Gestione servizi di Azure

https://management.core.windows.net

https://management.core.chinacloudapi.cn/

Database SQL

*.database.windows.net

*.database.chinacloudapi.cn

Portale di gestione di Azure

http://manage.windowsazure.com

http://manage.windowsazure.cn

API di gestione database SQL di Azure

https://management.database.windows.net

Vedere Informazioni sull'API di gestione database SQL di Azure

https://management.database.chinacloudapi.cn

Bus di servizio

*.servicebus.windows.net

*.servicebus.chinacloudapi.cn

Endpoint per il mapping del servizio Importazione/Esportazione del database SQL

  1. Cina orientale: https://sh1prod-dacsvc.chinacloudapp.cn/dacwebservice.svc

  1. China settentrionale: https://bj1prod-dacsvc.chinacloudapp.cn/dacwebservice.svc

Attualmente il Servizio Cina gestisce due data center. Nel campo Località questi data center sono indicati come "Cina (Nord)" e "Cina (Est)".

Quando si è pronti a pubblicare l'applicazione, aprire il menu di scelta rapida per il progetto di Azure e quindi scegliere Pubblica. La figura seguente illustra la procedura guidata Pubblica l'applicazione Azure.

  1. Nella procedura guidata "Pubblica l'applicazione Azure", in "Scegliere la propria sottoscrizione", selezionare <Gestisci> e quindi "Nuovo".

  2. Nella finestra "Nuova sottoscrizione":

    1. Selezionare un certificato da usare per l'autenticazione. È possibile scegliere un certificato esistente o crearne uno nuovo.

    2. Caricare il certificato nel portale di gestione di Azure (http://manage.windowsazure.cn) nella sezione Impostazioni.

    3. Copiare il proprio ID sottoscrizione dal portale.

    4. Immettere l'URL di gestione servizi nel formato https://management.core.chinacloudapi.cn.

    5. Specificare un nome per la sottoscrizione.

  1. Nell'elenco Servizio cloud eseguire una delle serie di passaggi seguenti:

    • Scegliere un servizio esistente. Viene visualizzata la posizione del data center per il servizio cloud. Prendere nota della posizione e assicurarsi che la posizione dell'account di archiviazione sia nello stesso data center.

    • Scegliere Crea nuovo per creare un servizio cloud ospitato in Azure. Nella finestra di dialogo Crea servizi Azure immettere un nome per il servizio e quindi specificare "Cina (Nord)" come data center.

  2. Nell'elenco Ambiente scegliere Produzione o Gestione temporanea. Se si vuole distribuire l'applicazione in un ambiente di test, scegliere l'ambiente di gestione temporanea. È possibile spostare l'applicazione nell'ambiente di produzione in un secondo momento.

  3. Nell'elenco Configurazione della build scegliere Debug o Rilascio.

  4. Nell'elenco Configurazione del servizio scegliere Cloud.

  5. Selezionare la casella di controllo Abilita Desktop remoto per tutti i ruoli per abilitare Desktop remoto. Questa opzione viene usata principalmente per la risoluzione dei problemi. Quando si seleziona questa casella di controllo, verrà visualizzata la finestra di dialogo Configurazione Desktop remoto. Scegliere il collegamento Impostazioni per cambiare la configurazione.

    Selezionare la casella di controllo Abilita Distribuzione Web per tutti i ruoli per abilitare la distribuzione Web. Per usare questa funzionalità, è necessario abilitare Desktop remoto. Per altre informazioni, vedere Pubblicazione di un servizio cloud con gli strumenti di Azure. Per altre informazioni su Distribuzione Web, vedere Pubblicazione di un servizio cloud con gli strumenti di Azure.

  6. Scegliere la scheda Impostazioni avanzate. Nel campo Etichetta distribuzione accettare il nome predefinito o immetterne uno a scelta. Per aggiungere la data all'etichetta di distribuzione, lasciare selezionata la casella di controllo.

  7. Nell'elenco Account di archiviazione scegliere l'account di archiviazione da usare per la distribuzione. Confrontare le posizioni dei data center per il servizio cloud e l'account di archiviazione. Idealmente, dovrebbero coincidere.

    Impostazioni di pubblicazione Windows Azure 02
  8. Selezionare la casella di controllo Aggiornamento distribuzione se si vuole distribuire solo componenti aggiornati. Questo tipo di distribuzione risulta più rapida della distribuzione completa. Scegliere il collegamento Impostazioni per aprire la finestra di dialogo Impostazioni aggiornamento distribuzione, illustrata nella figura seguente.

    Impostazioni di distribuzione di Windows Azure
    È possibile scegliere una di due opzioni per la distribuzione dell'aggiornamento, ossia incrementale o simultanea. La distribuzione incrementale aggiorna un'istanza distribuita alla volta. In questo modo, l'applicazione rimane online e disponibile agli utenti. Una distribuzione simultanea aggiorna tutte le istanze distribuite in una sola volta. L'aggiornamento simultaneo è più rapido di quello incrementale. Tuttavia, se si sceglie questa opzione, l'applicazione potrebbe non essere disponibile durante il processo di aggiornamento.

    Se quando la distribuzione di un aggiornamento non riesce si vuole che venga eseguita automaticamente la distribuzione completa, selezionare la casella di controllo Se la distribuzione non viene aggiornata, esegui una distribuzione completa. Una distribuzione completa reimposta l'indirizzo IP virtuale (VIP) per il servizio cloud. Per altre informazioni, vedere Procedura: mantenimento di un indirizzo IP virtuale costante per un servizio cloud.

  1. È possibile creare un profilo di pubblicazione mediante le impostazioni scelte. Ad esempio, si può avere un profilo per un ambiente di test e un altro per la produzione. Per salvare il profilo, scegliere l'icona Salva. Mediante la procedura guidata, il profilo viene creato e salvato nel progetto di Visual Studio.

    Riepilogo di pubblicazione di Windows Azure
    noteNota
    Il profilo di pubblicazione viene visualizzato in Esplora soluzioni di Visual Studio e le impostazioni del profilo vengono scritte in un file con estensione .azurePubxml. Le impostazioni vengono salvate come attributi dei tag XML.

  2. Scegliere Pubblica per pubblicare l'applicazione. È possibile monitorare lo stato del processo nel riquadro Output in Visual Studio.

Quando si modificano progetti esistenti, cercare nei progetti gli URI degli endpoint nei file di definizione del servizio o nei file di configurazione che puntano agli URI del database SQL di Azure.

Gli endpoint che puntano a *.windows.net dovranno essere reindirizzati ai nuovi URI per la Cina. Di seguito sono riportati diversi esempi.

È necessario usare endpoint di archiviazione personalizzati. Le impostazioni predefinite puntano a *.core.windows.net. Il valore che sostituisce l'asterisco (*) cambia in base al percorso dell'applicazione e di archiviazione.

Nel file di configurazione del servizio di Azure (.cscfg) per l'applicazione Azure configurare una stringa di connessione ai dati personalizzata che punti agli URI di archiviazione BLOB, accodamento e tabelle nel Servizio Cina. Il codice seguente mostra un esempio di endpoint personalizzato in cui <AccountKey> è una variabile che deve essere sostituita dalla specifica chiave dell'account di archiviazione. La stringa mystorageaccount è un esempio di account di archiviazione creato in una sottoscrizione.

<Setting name="DataConnectionString" value=
"BlobEndpoint=https://mystorageaccount.blob.core.chinacloudapi.cn/;QueueEndpoint=https://mystorageaccount.queue.core.chinacloudapi.cn/;TableEndpoint=https://mystorageaccount.table.core.chinacloudapi.cn/;AccountName=mystorageaccount;AccountKey=<AccountKey> " />

Si noti che gli endpoint di archiviazione personalizzati non includono l'impostazione DefaultEndpointsProtocol. Questa impostazione si trova in genere nelle stringhe di connessione per gli endpoint di archiviazione che puntano alla versione pubblica di Azure.

Visual Studio prevede anche un'opzione per creare un endpoint di archiviazione personalizzato nella sezione Impostazioni di uno specifico ruolo.

  1. Aprire una soluzione Azure contenente uno o più ruoli.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un ruolo in Esplora soluzioni. Verrà visualizzata la configurazione per tale ruolo.

  3. Scegliere Impostazioni.

  4. Fare clic su Aggiungi impostazione.

  5. Immettere un Nome per l'impostazione.

  6. Scegliere un Tipo di Stringa di connessione.

  7. Fare clic su per aprire la finestra di dialogo Stringa di connessione all'account di archiviazione.

  8. Scegliere Immettere le credenziali dell'account di archiviazione.

  9. Immettere i valori appropriati per il nome e la chiave dell'account di archiviazione.

  10. Scegliere Usa endpoint personalizzati e immettere le stringhe HTTPS corrette per gli endpoint di BLOB, tabelle e code.

  11. Fare clic su OK.

Visual Studio crea un endpoint di archiviazione personalizzato nel file di configurazione del servizio. È possibile usare questo endpoint di archiviazione dal codice nel ruolo.

Il codice seguente mostra come connettersi a livello di codice a un account di archiviazione usando un URI personalizzato specifico del Servizio Cina.

CloudStorageAccount Account = new CloudStorageAccount( 
new StorageCredentialsAccountAndKey(ACCOUNTNAME, ACCOUNTKEY), 
new Uri("http:// ACCOUNTNAME.blob.core.chinacloudapi.cn/"), 
new Uri("http:// ACCOUNTNAME.queue.core.chinacloudapi.cn/"), 
new Uri("http:// ACCOUNTNAME.table.core.chinacloudapi.cn/")
);
CloudBlobClient BlobClient = Account.CreateCloudBlobClient();

Anche i binding delle porte usano nomi DNS che terminano con *.cloudapp.net. È necessario modificarli in modo che puntino a *.chinacloudapp.cn. Di seguito è illustrata una parte di un file di definizione del servizio con una dichiarazione di porte.

<Sites>
   <Site name="MySite" physcalDirectory="..\WebSite1">
      <Bindings>
        <Binding name="My" endpointName="HttpIn" hostHeader="WebSite1.mysite.Chinacloudapp.cn" /> 
      </Bindings>
   </Site>
   <Site name="Web">
      <Bindings>
         <Binding name="HttpIn" endpointName="HttpIn" />
      </Bindings>
   </Site>
</Sites>

Per altre informazioni, vedere Come configurare una porta di Azure.

I nomi dei server di database SQL verranno cambiati da *.database.windows.net in *.devdatabase.chinacloudapi.cn. È necessario che nelle stringhe di connessione di tutte le applicazioni client e di tutti gli strumenti venga usato il nuovo nome per le connessioni ai database. I riferimenti ai server di database SQL potrebbero essere valori DataConnectionString nei file di definizione del servizio o valori in altri file di configurazione di .NET per le applicazioni non in esecuzione nel Servizio Cina, ad esempio:

<configuration>
  <connectionStrings>
    <add name="SQLAzure" connectionString="Server=tcp:yourserver.devdatabase.chinacloudapi.cn;
Database=Test;User ID=login@server;Password=yourPassword;
Trusted_Connection=False;Encrypt=True;"/>
  </connectionStrings>
</configuration>

Azure Active Directory ("Azure AD") fornisce funzionalità di identità e accesso per le applicazioni locali e su cloud. Gli sviluppatori possono usare le funzionalità di Azure AD per implementare soluzioni Single Sign-On e Single Sign-Off per applicazioni aziendali e provider di software come un servizio (SaaS), usare l'API Graph per eseguire query e gestire oggetti di directory sul cloud e realizzare l'integrazione con il servizio Active Directory locale per sincronizzare i dati della directory con il cloud.

Azure Active Directory è inclusa nella versione di Azure gestita dal Servizio Cina. Esistono tuttavia alcune differenze da progettazione che influiscono sull'esperienza degli sviluppatori, come descritto in questo articolo.

Il Servizio Cina è un prodotto personalizzato che condivide molte funzionalità con il Servizio globale. La personalizzazione ha generato le differenze seguenti che influiscono sugli sviluppatori che usano Azure AD.

  • Gli spazi dei nomi ACS non sono disponibili. Per integrare applicazioni e sincronizzare directory con i servizi di identità di Azure, usare Azure Active Directory. Nel portale di gestione di Azure fare clic su Active Directory.

  • Il portale di gestione ACS è disponibile solo per gli spazi dei nomi del bus di servizio.

  • L'anteprima del tipo di concessione del codice di autorizzazione OAuth 2.0 per applicazioni native e scenari tra server non è supportata.

A parte queste personalizzazioni, il servizio Azure AD nel Servizio Cina è progettato per essere uguale a quello del Servizio globale.

noteNota
Gli spazi dei nomi ACS creati durante l'anteprima di Azure gestita dal Servizio Cina non sono operativi né accessibili. Tuttavia, nella sezione Active Directory del portale di gestione di Azure sono disponibili funzionalità simili.

È possibile reindirizzare le applicazioni che usano il bus di servizio a endpoint specifici con uno dei metodi seguenti:

Opzione 1: usare variabili di ambiente per reindirizzare tutte le applicazioni oppure solo alcune.

Opzione 2: usare un file ServiceBus.config per reindirizzare singole applicazioni.

Opzione 3: usare un file ServiceBus.config per reindirizzare tutte le applicazioni.

Se si esegue un file EXE o un ruolo di lavoro, queste opzioni sono tutte valide. Se si usa un ruolo Web, è possibile scegliere solo l'opzione 3.

Indipendentemente dal metodo, i nomi degli endpoint verranno cambiati come illustrato nella tabella seguente.

 

Endpoint del bus di servizio Endpoint equivalente del bus di servizio del Servizio Cina di Azure

servicebus.windows.net

servicebus. chinacloudapi.cn

accesscontrol.windows.net

accesscontrol. chinacloudapi.cn

  1. Valutare il livello in cui impostare le variabili. L'impostazione delle variabili di ambiente per l'intero computer, per un utente o per un ambiente che esegue una singola applicazione ha implicazioni differenti.

  2. Impostare le variabili di ambiente seguenti al livello appropriato:

    RELAYHOST=servicebus.chinacloudapi.cn
    STSHOST=accesscontrol.chinacloudapi.cn 
    RELAYENV=Custom
    
WarningAvviso
Questa opzione non funziona se le variabili di ambiente vengono aggiunte con il tag <environment> nel file csdef di un ruolo Web. Il ruolo Web viene eseguito nel contesto di w3wp.exe. Le variabili di ambiente non vengono propagate nell'ambiente w3wp.exe. Per informazioni sui ruoli Web, vedere l'opzione 3.

  1. Creare un file ServiceBus.config con il contenuto seguente e le informazioni appropriate sull'host.

    <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
    <configuration>
      <Microsoft.ServiceBus>
        <relayHostName>servicebus. chinacloudapi.cn</relayHostName>
        <stsHostName>accesscontrol. chinacloudapi.cn</stsHostName>    
      </Microsoft.ServiceBus>
    </configuration>
    
  2. Inserire il file ServiceBus.config nella stessa directory del file EXE dell'applicazione bus di servizio/ACS.

    Questa opzione non funziona per i ruoli Web perché vengono eseguiti nel contesto di w3wp.exe. Di conseguenza, il sistema cerca il file servicebus.config nel percorso %Windir%\System32\inetsrv\, in cui non esiste.

  1. Cercare un file ServiceBus.config esistente nella directory di configurazione di .NET Framework. La directory di configurazione di .NET Framework varia a seconda che la versione del sistema operativo sia a 32 bit o a 64 bit e in base alla versione del framework installata. Di seguito sono indicati i percorsi tipici.

     

    Versione di Microsoft .NET Framework Versione del sistema operativo Directory

    2.0 - 3.5

    32 bit

    %Windir%\Microsoft.NET\Framework\v2.0.50727\CONFIG

    2.0 - 3.5

    64 bit

    %Windir%\Microsoft.NET\Framework64\v2.0.50727\CONFIG

    4.0

    32 bit

    %Windir%\Microsoft.NET\Framework\v4.0.30319\Config

    4.0

    64 bit

    %Windir%\Microsoft.NET\Framework64\v4.0.30319\Config

  2. Se nella directory è presente un file ServiceBus.config, è necessario modificarlo per aggiungere la configurazione XML descritta nell'opzione 2 (reindirizzamento di singole applicazioni con ServiceBus.config). Se l'aggiunta di questa configurazione genera conflitti con le informazioni già presenti nel file ServiceBus.config esistente, non è possibile usare questa opzione. È necessario scegliere l'opzione 1 o 2.

Non è possibile scegliere una specifica directory del framework come destinazione a meno che non si conosca il framework usato dal ruolo. Tuttavia, lo script seguente generalizza il processo di copia con i ruoli Web. Copierà un file servicebus.config in ogni directory di .NET esistente.

@echo off
pushd .
cd %windir%\Microsoft.Net\Framework64\
REM set copylocal=true on servicebus.config so its present in bin dir
for /f %%i in ('dir /s /b config') do copy /y %~dp0servicebus.config %%~fi
popd

L'API di gestione del servizio consente agli sviluppatori di gestire la distribuzione di servizi ospitati in esecuzione in Azure. Infatti, questa API viene usata dal portale di gestione sia per il Servizio globale che per il Servizio Cina.

Il Servizio globale usa il percorso https://management.core.windows.net . Gli sviluppatori che scrivono codice per il Servizio Cina dovranno usare il percorso https://management.core.chinacloudapi.cn

Per altre informazioni, vedere Indirizzamento delle risorse di gestione del servizio e Informazioni sull'API di gestione del servizio.

Se si usa un nome di dominio personalizzato inoltrato a un servizio ospitato in esecuzione nel Servizio globale e questo servizio ospitato viene trasferito nel Servizio Cina, è necessario aggiornare i domini inoltrati in modo che puntino al nuovo endpoint specifico del Servizio Cina.

Se ad esempio www.contoso.com viene reindirizzato a un ruolo Web in esecuzione in contoso.cloudapp.net, dovrà essere reindirizzato a contoso.chinacloudapp.cn. Per altre informazioni, vedere Come configurare un dominio personalizzato per un servizio ospitato di Azure.

Se si usa il ruolo VM, cambiare l'endpoint csupload in modo da usare l'URI specifico del Servizio Cina, ad esempio:

csupload Set-Connection"SubscriptionId=<subscriptionId>;CertificateThumbprint=<certThumbprint>;ServiceManagementEndpoint=https://management.core.chinacloudapi.cn"

Di seguito è riportato un elenco parziale di strumenti ed esempi e delle modifiche che è necessario apportare per eseguirli nel Servizio Cina.

Gli sviluppatori dovranno identificare le applicazioni o gli strumenti interni che fanno riferimento agli endpoint di calcolo (*.cloudapp.net) o di archiviazione (*.core.windows.net) del Servizio globale e aggiornarli per usare endpoint specifici del Servizio Cina. Usare la tabella in Mapping degli endpoint come guida per sostituire le varie stringhe eventualmente trovate nei file di configurazione o nel codice di questi strumenti.

Alcuni esempi includono strumenti di esplorazione di archiviazione e strumenti di caricamento e download di archiviazione. In questa sezione sono riportati alcuni strumenti, ma l'elenco non è completo.

È possibile usare Esplora server in Visual Studio per esplorare le risorse di calcolo, bus di servizio, archiviazione e macchine virtuali per tutte le sottoscrizioni del Servizio Cina. Visual Studio ottiene gli endpoint di archiviazione Cina quando un utente importa un file di impostazioni di pubblicazione.

La procedura disponibile in Guida introduttiva agli strumenti di Azure per Visual Studio descrive l'intero processo di creazione, compilazione, debug, caricamento e visualizzazione di un'applicazione Hello World di Azure in Esplora server. Queste istruzioni sono valide per le installazioni Cina dopo l'importazione di una sottoscrizione Cina in Visual Studio.

È anche possibile visualizzare risorse di calcolo, bus di servizio, archiviazione o macchina virtuali già disponibili in Azure in Cina e che non sono ancora state distribuite con Visual Studio. Usare le istruzioni riportate in Visualizzazione dello stato di un servizio cloud tramite Esplora server per visualizzare lo stato di uno o più servizi ospitati già in esecuzione nel Servizio Cina. Usare le istruzioni riportate in Esplorazione delle risorse di archiviazione con Esplora server per visualizzare gli oggetti di un account di archiviazione esistente in esecuzione nel Servizio Cina.

L'esempio csmanage, di recente rinominato in "esempio ServiceManagement di Azure", usa l'API di gestione del servizio. Contiene codice che punta al Servizio globale. È necessario trovare i riferimenti a http://*.windows.net e aggiornarli in modo che puntino a *.chinacloudapi.cn. È possibile scaricare l'esempio csmanage dall'esempio di gestione del servizio.

È necessario apportare diversi aggiornamenti agli URL dell'esempio PlainHttp se viene eseguito in Cina. Eseguire le operazioni seguenti per aggiornare l'esempio.

  1. Aprire la cartella radice dell'esempio: WindowsAzureAppFabricSDKSamples_V1.0-CS\ServiceBus\ExploringFeatures\MessageBuffer\PlainHttp

  2. Passare alla sottocartella MessageBufferClient e modificare il file MainPage.xaml.cs

  3. Sostituire tutte le istanze di windows.net con *.chinacloudapi.cn. Vedere le righe 31, 77 e 98.

Diagnostica Azure usa l'account di archiviazione locale del computer di sviluppo o un account di archiviazione del Servizio Cina per archiviare informazioni diagnostiche. Per altre informazioni, vedere Raccogliere dati di registrazione utilizzando Diagnostica Azure.

Il codice potrebbe ad esempio contenere la riga seguente:

DiagnosticMonitor.Start("Microsoft.WindowsAzure.Plugins.Diagnostics.ConnectionString");

E le informazioni di configurazioni seguenti nel file servicedefinition.cscfg.

<ConfigurationSettings>
  <Setting name="Microsoft.WindowsAzure.Plugins.Diagnostics.ConnectionString" value="<YourStorageString>" />
</ConfigurationSettings>

Il valore <YourStorageString> è un endpoint personalizzato che incorpora l'URI per il Servizio Cina.

Quando si usano nomi di dominio personalizzati, non è necessario apportare nessuna modifica ai certificati.

Se un'applicazione esistente usa endpoint HTTPS e i certificati sono associati a https://*.cloudapp.net (dove * è il nome del servizio), questi certificati dovranno essere riemessi per *.chinacloudapp.cn. È necessario usare questi nuovi certificati per la distribuzione del servizio in Cina.

Per usare Windows PowerShell con il Servizio Cina, aprire il file PublishSettings.xml nel percorso <Utenti>\AppData\Roaming\Windows Azure Powershell\ e impostare l'endpoint corretto.

Per usare l'SDK con il Servizio Cina, specificare le stringhe di connessione dal portale di gestione o tramite l'interfaccia della riga di comando.

Archiviazione, bus di servizio e Hub di notifica

Tutti questi componenti accettano una rispettiva stringa di connessione. È possibile ottenere il valore dal portale di gestione o tramite l'interfaccia della riga di comando.

var tableService = azure.createTableService(storageConn);
var blobService= azure.createBlobService(storageConn);
var queueService = azure.createQueueService(storageConn);
var serviceBusService = azure.createServiceBusService(sbConn);
var notificationHubService = azure.createNotificationHubService(nhConn);

SQL

Per la gestione dei server di database SQL, usare questa configurazione:

var sqlManagementService = azure.createSqlManagementService(subscriptionId, authentication, hostOptions);

Di seguito è riportato un elenco di tutte le risorse di contenuti oggi disponibili per Azure, che indica anche se una particolare risorsa è specifica per il Servizio Cina.

 

Risorsa Contenuto creato specificamente per la Cina Descrizione

windowsazure.com

no

Portale globale per Azure.

windowsazure.cn

Portale progettato specificamente per Azure in Cina

Case study di Azure a livello globale

no

https://www.windowsazure.com/en-us/home/case-studies/

Case study di Azure in Cina

http://windowsazure.cn/zh-cn/home/case-studies/

Serie di libri P&P

no

Questi libri, tradotti da libri di P&P pubblicati a livello globale, sono destinati al Servizio globale.

Libri di MVP

no

MSDN Library

sì e no

http://msdn.microsoft.com/zh-cn/library/windowsazure/dd179367.aspx

Blog del team di Azure

sì e no

http://blogs.msdn.com/b/azchina/

Portale MSDN di Azure

no

http://msdn.microsoft.com/zh-cn/ff380142

MSDN Magazine

no

Laboratorio virtuale

no

Video

no

I video su Channel 9 riguardano il Servizio globale, allo stesso modo dei video cinesi su Youku all'indirizzo http://www.youku.com/playlist_show/id_19321941.html

Kit di formazione di Azure

no

Il kit di formazione localizzato in Github riguarda il Servizio globale

Raccolta di codice su MSDN

no

http://code.msdn.microsoft.com/windowsazure/

github

no

In questo sito è disponibile solo contenuto in inglese per azure.com, non contenuto localizzato

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft