Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Sviluppo per il Servizio cache gestito di Azure

Aggiornamento: settembre 2014

noteNota
Per indicazioni sulla scelta dell'offerta di Cache di Azure più adatta alla propria applicazione, vedere Qual è l'offerta di Cache di Azure più adatta alle mie esigenze?.

Il Servizio cache gestito fornisce una serie di API per l'aggiunta, l'aggiornamento e la rimozione di elementi da una cache. L'uso delle classi e dei metodi dello spazio dei nomi Microsoft.ApplicationServer.Caching rappresenta un metodo diretto per interagire con una cache, mentre il ricorso a uno dei provider ASP.NET costituisce un metodo indiretto d'uso di una cache. Gli argomenti di questa sezione trattano l'uso diretto, a livello di codice, del Servizio cache gestito. Per altre informazioni sui provider ASP.NET per il Servizio cache gestito, vedere Provider di cache ASP.NET 4 per il Servizio cache gestito di Azure.

Il modello di programmazione del Servizio cache gestito è progettato per il modello di programmazione cache-aside. Se i dati non sono presenti nella cache, l'applicazione, e non la cache distribuita, deve ricaricare i dati nella cache dall'origine dati originaria.

È possibile progettare il codice dell'applicazione in modo che quest'ultima funzioni indipendentemente dalla cache. L'applicazione può così continuare a funzionare anche se i dati memorizzati nella cache non sono disponibili. Poiché i dati presenti nella cache non sono permanenti in modo durevole, esiste la possibilità che diventino non disponibili. Ad esempio, se una cache viene scalata in un'offerta di cache differente, gli elementi memorizzati nella cache andranno persi. La richiesta di un elemento non presente nella cache viene definita mancato riscontro nella cache.

Quando si usa la disponibilità elevata del Servizio cache gestito, le copie di backup degli elementi memorizzati nella cache garantiscono la protezione dagli errori di computer e processi in una cache. Anche se la disponibilità elevata è abilitata, esiste la possibilità che tutti i dati nella cache vengano persi a causa di un evento di emergenza di entità superiore. Per gli elementi che richiedono il salvataggio permanente, è necessario usare un database o altri sistemi per l'archiviazione permanente. Per altre informazioni, vedere Disponibilità elevata per il Servizio cache gestito di Azure.

Esistono molti altri motivi per cui il codice può incorrere in un mancato riscontro nella cache. Ad esempio, l'elemento della cache potrebbe essere scaduto o essere stato rimosso in base a normali criteri di scadenza e rimozione. A prescindere dal motivo, il codice dell'applicazione deve essere in grado di accedere all'origine dati originaria per ripopolare l'elemento nella cache. Per altre informazioni, vedere Scadenza e rimozione per il Servizio cache gestito di Azure.

Vedere anche

Mostra:
© 2014 Microsoft