Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Elencare le estensioni disponibili

Aggiornamento: aprile 2014

L'operazione List Available Extensions elenca le estensioni disponibili che è possibile aggiungere al servizio cloud. In Windows Azure un processo può essere eseguito come estensione di un servizio cloud. Ad esempio, Accesso desktop remoto o l'agente Diagnostica Windows Azure possono essere eseguiti come estensioni del servizio cloud.

La richiesta di List Available Extensions può essere specificata come indicato di seguito. Sostituire <subscription-id> con l'ID sottoscrizione.

 

Metodo URI della richiesta Versione HTTP

GET

https://management.core.windows.net/<subscription-id>/services/extensions

HTTP/1.1

Nessuno.

Nella tabella seguente vengono descritte le intestazioni delle richieste.

 

Intestazione della richiesta Descrizione

x-ms-version

Obbligatoria. Specifica la versione dell'operazione da utilizzare per questa richiesta. Questa intestazione deve essere impostata su 2013-03-01 o su una versione successiva. Per ulteriori informazioni sulle intestazioni di controllo delle versioni, vedere Controllo delle versioni di gestione del servizio.

Nella risposta sono inclusi un codice di stato HTTP, un set di intestazioni per la risposta e il corpo di una risposta.

Un'operazione completata correttamente restituisce il codice di stato 200 (OK). Per informazioni sui codici di stato, vedere Codici di stato e di errore relativi alla gestione dei servizi.

Nella risposta per questa operazione sono incluse le intestazioni riportate di seguito; inoltre, possono essere incluse intestazioni HTTP standard aggiuntive. Tutte le intestazioni standard sono conformi alla specifica del protocollo HTTP/1.1.

 

Intestazione della risposta Descrizione

x-ms-request-id

Valore che identifica in modo univoco una richiesta effettuata nel servizio di gestione.

Nell'esempio seguente viene illustrato il formato del corpo della risposta:


<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
<ExtensionImages xmlns=”http://schemas.microsoft.com/windowsazure”>
  <ExtensionImage>
    <ProviderNameSpace>namespace-of-extension</ProviderNameSpace>
    <Type>type-of-extension</Type>    
    <Version>version-of-extension</Version>
    <Label>label-of-extension</Label>
    <Description>description-of-extension</Description>
    <HostingResources>role-type</HostingResources>
    <ThumbprintAlgorithm>thumbprint-algorithm</ThumbprintAlgorithm>
    <PublicConfigurationSchema>base-64-encoded-xsd-for-extension-settings</PublicConfigurationSchema>
    <PrivateConfigurationSchema>base-64-encoded-xsd-for-extension-settings</PrivateConfigurationSchema>
    <SampleConfig>base-64-encoded-sample-XML-for-extension</SampleConfig>
  </ExtensionImage>
</ExtensionImages>

Nella tabella seguente vengono descritti gli elementi chiave del corpo della risposta.

 

Nome elemento Descrizione

ProviderNameSpace

Specifica lo spazio dei nomi del provider dell'estensione. Lo spazio dei nomi del provider per le estensioni di Windows Azure è Microsoft.WindowsAzure.Extensions.

Type

Specifica il tipo dell'estensione.

Versione

Specifica la versione dell'estensione.

Label

Specifica l'etichetta utilizzata per identificare l'estensione.

Description

Specifica la descrizione dell'estensione.

HostingResources

Specifica il tipo di risorsa che supporta l'estensione. Questo valore può essere WebRole, WorkerRole o WebRole|WorkerRole.

ThumbprintAlgorithm

Specifica l'algoritmo di identificazione digitale del certificato utilizzato per la crittografia.

PublicConfigurationSchema

Specifica lo schema con codifica Base64 della configurazione pubblica.

PrivateConfigurationSchema

Specifica lo schema con codifica Base64 della configurazione privata.

SampleConfig

Specifica un file di configurazione di esempio per l'estensione di risorsa.

L'elemento SampleConfig è disponibile solo nella versione 2013-11-01 o successiva.

Per eseguire l'autenticazione di questa operazione, è possibile utilizzare un qualsiasi certificato di gestione associato alla sottoscrizione specificata da <subscription-id>. Per ulteriori dettagli, vedere Autenticazione di richieste di gestione dei servizi.

Per aggiungere estensioni a un servizio cloud, vedere Aggiungere un'estensione.

Mostra:
© 2014 Microsoft