Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Riferimento alla libreria di classi .NET Framework

Aggiornamento: novembre 2007

La libreria di classi di .NET Framework è una libreria di classi, interfacce e tipi di valori inclusi in Microsoft .NET Framework. Questa libreria fornisce l'accesso alle funzionalità del sistema ed è progettata come base per la generazione di controlli, componenti e applicazioni .NET Framework.

Nella libreria di classi di .NET Framework sono forniti i seguenti spazi dei nomi:

Microsoft.Aspnet.Snapin

Contiene le classi necessarie all'applicazione console di gestione ASP.NET per interagire con Microsoft Management Console (MMC).

Microsoft.Build.BuildEngine

Contiene le classi che rappresentano il motore MSBuild.

Microsoft.Build.Framework

Contiene le classi che costituiscono le attività, i logger e gli eventi di MSBuild.

Microsoft.Build.Tasks

Contiene l'implementazione di tutte le attività disponibili in MSBuild.

Microsoft.Build.Tasks.Deployment.Bootstrapper

Contiene alcune classi utilizzate internamente da MSBuild.

Microsoft.Build.Tasks.Deployment.ManifestUtilities

Contiene alcune classi utilizzate internamente da MSBuild.

Microsoft.Build.Utilities

Vengono fornite le classi di supporto utilizzabili per la creazione di logger e attività di MSBuild personalizzati.

Microsoft.Csharp

Contiene le classi che supportano la compilazione e la generazione del codice mediante il linguaggio C#.

Microsoft.JScript

Contiene le classi che supportano la compilazione e la generazione del codice mediante il linguaggio JScript.

Microsoft.SqlServer.Server

Contiene le classi specifiche per l'integrazione di Common Language Runtime (CLR) di Microsoft .NET Framework in Microsoft SQL Server e per l'ambiente di esecuzione processi del modulo di gestione di database SQL Server.

Microsoft.VisualBasic

Contiene le classi che supportano la compilazione e la generazione del codice mediante il linguaggio Visual Basic.

Microsoft.VisualBasic.ApplicationServices

Contiene i tipi che supportano il modello di applicazione Visual Basic e che consentono di accedere alle informazioni relative alle applicazioni.

Microsoft.VisualBasic.CompilerServices

Contiene i tipi riservati per l'utilizzo interno che supportano il compilatore Visual Basic.

Microsoft.VisualBasic.Devices

Contiene i tipi che supportano gli oggetti My correlati ai dispositivi in Visual Basic.

Microsoft.VisualBasic.FileIO

Contiene i tipi che supportano l'oggetto file system My in Visual Basic.

Microsoft.VisualBasic.Logging

Contiene i tipi che supportano gli oggetti di registrazione My in Visual Basic e fornisce un semplice listener di log che indirizza l'output di registrazione in un file.

Microsoft.VisualBasic.MyServices

Contiene i tipi che supportano My in Visual Basic.

Microsoft.VisualBasic.MyServices.Internal

Contiene i tipi riservati per l'utilizzo interno che supportano My in Visual Basic.

Microsoft.VisualBasic.Vsa

Microsoft.VisualC

Microsoft.Vsa

Contiene le interfacce che consentono di integrare script per il modulo di gestione di script di .NET Framework nelle applicazioni e di compilare ed eseguire il codice in fase di esecuzione.

Microsoft.Vsa.Vb.CodeDOM

Microsoft.Win32

Vengono forniti i due tipi di classi seguenti: classi per la gestione di eventi generati dal sistema operativo e classi per le modifiche al Registro di sistema.

Microsoft.Win32.SafeHandles

Contiene le classi che sono derivazioni astratte delle classi con nome sicuro che forniscono funzionalità comuni per il supporto di handle di file e del sistema operativo.

Microsoft.WindowsCE.Forms

Contiene le classi per lo sviluppo di applicazioni Windows Form per Pocket PC e Smartphone mediante .NET Compact Framework.

Microsoft.WindowsMobile.DirectX

Contiene le classi per lo sviluppo di applicazioni DirectX per i dispositivi dotati di .NET Compact Framework. Per eseguire le applicazioni, è necessaria una versione futura di Windows Mobile.

Microsoft.WindowsMobile.DirectX.Direct3D

Contiene le classi per lo sviluppo di applicazioni Direct3D per i dispositivi dotati di .NET Compact Framework. Per eseguire le applicazioni, è necessaria una versione futura di Windows Mobile.

Microsoft_VsaVb

System

Contiene le classi fondamentali e le classi base che definiscono tipi di dati di valore e di riferimento utilizzati comunemente, nonché eventi, gestori di eventi, interfacce, attributi ed eccezioni di elaborazione. In altre classi sono forniti servizi che supportano la conversione di tipi di dati, l'elaborazione di parametri di metodo, le operazioni matematiche, le chiamate di programmi locali e remoti, la gestione dell'ambiente dell'applicazione e la supervisione delle applicazioni gestite e non gestite.

System.CodeDom

Contiene le classi utilizzabili per la rappresentazione degli elementi e della struttura di un documento di codice sorgente. Questi elementi possono essere utilizzati per riprodurre la struttura di un documento di codice sorgente che può essere emesso come codice sorgente in un linguaggio supportato utilizzando la funzionalità fornita dallo spazio dei nomi System.CodeDom.Compiler.

System.CodeDom.Compiler

Contiene i tipi per la gestione della generazione e della compilazione del codice sorgente nei linguaggi di programmazione supportati. I generatori di codice sono in grado di generare codice sorgente in un linguaggio di programmazione particolare basato sulla struttura di modelli di codice sorgente CodeDOM (Code Document Object Model) costituiti da elementi forniti dallo spazio dei nomi System.CodeDom.

System.Collections

Contiene le interfacce e le classi che definiscono vari insiemi di oggetti quali elenchi, code, matrici di bit, tabelle hash e dizionari.

System.Collections.Generic

Contiene le interfacce e le classi che definiscono insiemi generici, mediante i quali è possibile creare insiemi fortemente tipizzati che garantiscono un maggior livello di prestazioni e di indipendenza dai tipi rispetto agli insiemi fortemente tipizzati non generici.

System.Collections.ObjectModel

Contiene le classi utilizzabili come insiemi nel modello a oggetti di una libreria riutilizzabile. Queste classi possono essere utilizzate quando le proprietà o i metodi restituiscono insiemi.

System.Collections.Specialized

Contiene insiemi specializzati e fortemente tipizzati, ad esempio un dizionario ad elenco collegato, un vettore di bit e altri insiemi che contengono soltanto stringhe.

System.ComponentModel

Vengono fornite classi utilizzate per l'implementazione del funzionamento dei componenti e dei controlli in fase di progettazione e di esecuzione. In questo spazio dei nomi sono comprese le classi base e le interfacce per l'implementazione di convertitori di attributo e tipo, associazioni a origini dati e componenti relativi alle licenze.

System.ComponentModel.Design

Contiene le classi che è possibile utilizzare per generare un comportamento personalizzato in fase di progettazione per componenti e interfacce utente per la configurazione dei componenti in fase di progettazione. Nell'ambiente di progettazione sono disponibili sistemi che consentono agli sviluppatori di disporre i componenti e configurarne le proprietà.

System.ComponentModel.Design.Data

Contiene le classi per l'implementazione del comportamento di componenti relativi ai dati in fase di progettazione.

System.ComponentModel.Design.Serialization

Vengono forniti tipi che supportano la personalizzazione e il controllo della serializzazione in fase di progettazione.

System.Configuration

Contiene i tipi che forniscono il modello di programmazione per la gestione dei dati di configurazione.

System.Configuration.Assemblies

Contiene le classi da utilizzare per la configurazione di un assembly.

System.Configuration.Install

Vengono fornite classi che consentono la scrittura di programmi di installazione personalizzati per i componenti personali dell'utente. La classe Installer è la classe base per tutti i programmi di installazione personalizzati di .NET Framework.

System.Configuration.Provider

Contiene le classi base condivise dalle applicazioni server e client che possono essere utilizzate per supportare un modello innestabile che consente di aggiungere o rimuovere facilmente funzionalità.

System.Data

Contiene le classi che costituiscono la maggior parte dell'architettura ADO.NET. L'architettura ADO.NET consente la generazione di componenti per la gestione efficace di dati provenienti da più origini. In uno scenario disconnesso, quale quello rappresentato da Internet, ADO.NET fornisce gli strumenti per richiedere, aggiornare e risolvere le differenze dei dati in sistemi a più livelli. L'architettura ADO.NET viene inoltre implementata in applicazioni client, ad esempio Windows Form o in pagine HTML create con ASP.NET.

System.Data.Common

Contiene le classi condivise dai provider di dati .NET Framework. I provider di dati .NET Framework descrivono gli insiemi di classi utilizzati per accedere alle origini dati, ad esempio un database, nello spazio gestito.

System.Data.Design

Contiene le classi utilizzabili per generare un dataset tipizzato personalizzato.

System.Data.Linq

Contiene le classi per accedere ai dati relazionali sottoforma di oggetti. La classe DataContext e le classi correlate possono essere utilizzate per le operazioni di lettura, creazione, aggiornamento ed eliminazione di oggetti associati a un database con mapping specificati come attributi nel modello a oggetti utilizzato o in un file XML esterno a parte.

System.Data.Linq.Mapping

Fornisce accesso a livello di codice alle informazioni di mapping utilizzate da LINQ to SQL.

System.Data.Odbc

Contiene le classi che incapsulano il provider di dati .NET Framework per ODBC. Il provider di dati .NET Framework per ODBC descrive un insieme di classi utilizzate per accedere a un'origine dati ODBC nello spazio gestito.

System.Data.OleDb

Contiene le classi che incapsulano il provider di dati .NET Framework per OLE DB. Il provider di dati .NET Framework per OLE DB descrive un insieme di classi utilizzate per accedere a un'origine dati OLE DB nello spazio gestito.

System.Data.OracleClient

Contiene le classi che incapsulano il provider di dati .NET Framework per Oracle. Il provider di dati .NET Framework per Oracle descrive un insieme di classi utilizzate per accedere a un'origine dati Oracle nello spazio gestito.

System.Data.Sql

Contiene le classi che supportano funzionalità specifiche di SQL Server. Le estensioni API di questa classe vengono aggiunte al provider di dati .NET Framework per SQL Server (System.Data.SqlClient).

System.Data.SqlClient

Contiene le classi che incapsulano il provider di dati .NET Framework per SQL Server. Il provider di dati .NET Framework per SQL Server descrive un insieme di classi utilizzate per accedere a un database di SQL Server nello spazio gestito.

System.Data.SqlServerCE

Descrive un insieme di classi che possono essere utilizzate per accedere a un database di SQL Server CE da periferiche basate su Windows CE nell'ambiente gestito. Con questo spazio dei nomi è possibile creare database di SQL Server CE in un dispositivo e stabilire connessioni a database di SQL Server che si trovano in un dispositivo o in un server remoto.

System.Data.SqlTypes

Contiene le classi per i tipi di dati nativi all'interno di SQL Server. Queste classi forniscono un'alternativa più rapida rispetto ad altri tipi di dati. L'utilizzo delle classi in questo spazio dei nomi è utile per prevenire errori di conversione di tipo in situazioni in cui potrebbero verificarsi perdite di precisione. Poiché altri tipi di dati vengono convertiti automaticamente da e in SqlTypes, per ottenere un codice più veloce si consiglia di creare e utilizzare esplicitamente oggetti in questo spazio dei nomi.

System.Diagnostics

Vengono fornite classi che consentono l'interazione con processi di sistema, log eventi e contatori di prestazioni. Vengono inoltre fornite classi che consentono di eseguire il debug dell'applicazione e l'analisi dell'esecuzione del codice. Per ulteriori informazioni, vedere le classi Trace e Debug.

System.Diagnostics.CodeAnalysis

Contiene le classi che interagiscono con gli strumenti di analisi del codice. Questo tipo di strumenti viene utilizzato per verificare la conformità del codice rispetto alle convenzioni di codifica, quali regole di denominazione e sicurezza.

System.Diagnostics.Design

Contiene le classi utilizzabili per estendere il supporto per il monitoraggio e la strumentazione delle applicazioni in fase di progettazione.

System.Diagnostics.SymbolStore

Vengono fornite classi che consentono la lettura e la scrittura di informazioni relative ai simboli di debug, ad esempio righe di codice sorgente per le mappe MSIL (Microsoft Intermediate Language). I compilatori per la piattaforma .NET Framework sono in grado di memorizzare le informazioni relative ai simboli di debug in un database del programmatore (file PDB). I debugger e gli strumenti del profiler del codice consentono di leggere le informazioni sui simboli di debug in fase di esecuzione.

System.DirectoryServices

Consente di accedere in modo semplice ad Active Directory da codice gestito. Lo spazio dei nomi contiene due classi di componenti, DirectoryEntry e DirectorySearcher che si basano sulla tecnologia ADSI (Active Directory Services Interfaces). ADSI è un insieme di interfacce fornite da Microsoft come strumento flessibile adatto a un'ampia gamma di provider di rete. e consente all'amministratore di individuare e gestire risorse in rete con relativa facilità, indipendentemente dalle dimensioni della rete.

System.DirectoryServices.ActiveDirectory

Viene fornito un modello a oggetti a elevato livello di astrazione che si basa sulle attività del servizio di directory Microsoft® Active Directory®. I concetti del servizio di directory Active Directory®, quali insieme di strutture, dominio, sito, subnet, partizione e schema, fanno parte del modello a oggetti.

System.DirectoryServices.Protocols

Vengono forniti i metodi definiti negli standard LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) versione 3 (V3) e DSML (Directory Services Markup Language) versione 2 (V2).

System.Drawing

Consente di accedere alle funzionalità grafiche di base di GDI+. Negli spazi dei nomi System.Drawing.Drawing2D, System.Drawing.Imaging e System.Drawing.Text sono disponibili ulteriori funzionalità avanzate.

System.Drawing.Design

Contiene le classi che estendono la logica e la realizzazione grafica dell'interfaccia utente (UI) in fase di progettazione. È possibile ampliare ulteriormente tale funzionalità in fase di progettazione per creare elementi personalizzati della Casella degli strumenti, editor di valori specifici dei tipi in grado di modificare e rappresentare graficamente i valori dei tipi supportati o convertitori di tipi in grado di eseguire conversioni di valori da un tipo all'altro. Questo spazio dei nomi fornisce le strutture di base per lo sviluppo delle estensioni all'interfaccia utente in fase di progettazione.

System.Drawing.Drawing2D

Viene fornita la funzionalità avanzata bidimensionale e di grafica vettoriale. Tale spazio dei nomi contiene i pennelli sfumati, la classe Matrix utilizzata per definire le trasformazioni geometriche e la classe GraphicsPath.

System.Drawing.Imaging

Vengono fornite le funzionalità avanzate GDI+ per le immagini. La funzionalità grafica di base viene fornita dallo spazio dei nomi System.Drawing.

System.Drawing.Printing

Vengono forniti i servizi relativi alla stampa. Solitamente per stampare un documento si crea una nuova istanza della classe PrintDocument, si impostano le proprietà che consentono di definire le informazioni da stampare e quindi si chiama il metodo Print.

System.Drawing.Text

Vengono fornite le funzionalità avanzate GDI+ per la tipografia. La funzionalità grafica di base viene fornita dallo spazio dei nomi System.Drawing. Le classi presenti in questo spazio dei nomi consentono la creazione e l'utilizzo di insiemi di tipi di carattere.

System.EnterpriseServices

Viene fornita un'importante infrastruttura per applicazioni aziendali. Con COM+ è fornita un'architettura di servizi per modelli di programmazione di componenti distribuiti in ambienti aziendali. Vengono forniti oggetti .NET Framework con accesso a servizi COM+, soluzione che consente un pratico utilizzo degli oggetti .NET Framework in applicazioni aziendali.

System.EnterpriseServices.CompensatingResourceManager

Vengono fornite classi che consentono l'utilizzo di un gestore delle risorse di compensazione (CRM, Compensating Resource Manager) nel codice gestito. Un gestore CRM è un servizio fornito da COM+ che consente di includere oggetti non transazionali in transazioni eseguite con Microsoft Distributed Transaction Coordinator (DTC). Anche se non dispongono delle funzionalità di un vero e proprio gestore di risorse, i servizi CRM assicurano durevolezza e atomicità delle transazioni (funzionamento all-or-nothing) attraverso il log di recupero.

System.EnterpriseServices.Internal

Viene fornita un'infrastruttura di supporto per i servizi COM+. Le classi e le interfacce presenti nello spazio dei nomi sono riservate al supporto delle chiamate nello spazio dei nomi System.EnterpriseServices dalle classi COM+ non gestite.

System.Globalization

Contiene le classi che definiscono le informazioni relative alle impostazioni cultura, ad esempio la lingua, il paese, il calendario, il criterio di ordinamento delle stringhe e il formato delle date, delle valute e dei numeri. Si tratta di classi utili per la creazione di applicazioni globalizzate (internazionali).

System.IO

Contiene tipi che consentono la lettura e la scrittura sincrona e asincrona su file e flussi di dati.

System.IO.Compression

Contiene le classi che forniscono la compressione e la decompressione di base per i flussi.

System.IO.IsolatedStorage

Contiene tipi che consentono la creazione e l'utilizzo di archivi isolati. Tramite questi archivi è possibile leggere e scrivere dati a cui il codice non sufficientemente attendibile non può accedere, impedendo l'esposizione di informazioni riservate che è possibile salvare in un'altra posizione nel file system. I dati vengono archiviati in raggruppamenti isolati dall'utente corrente e dall'assembly nel quale si trova il codice.

System.IO.Ports

Contiene le classi che controllano le porte seriali, mettendo a disposizione un framework per l'I/O sincrono e basato su eventi, l'accesso agli stati di blocco e interruzione, l'accesso alle proprietà del driver seriale e le enumerazioni per la specifica delle caratteristiche delle porte.

System.Linq

Fornisce classi e interfacce che supportano query basate su Language-Integrated Query (LINQ).

System.Linq.Expressions

Contiene classi, interfacce ed enumerazioni che consentono di rappresentare le espressioni di codice a livello di linguaggio come oggetti sotto forma di strutture ad albero dell'espressione.

System.Management

Consente di accedere a un numerose informazioni ed eventi relativi alla gestione del sistema, delle periferiche e delle applicazioni instrumentati nell'infrastruttura di strumentazione gestione Windows (WMI, Windows Management Instrumentation).

System.Management.Instrumentation

Vengono fornite le classi necessarie per dotare di strumenti le applicazioni relative alla gestione e per esporre le informazioni sulla gestione a potenziali consumer attraverso la strumentazione WMI. Consumer quali Microsoft Application Center o Microsoft Operations Manager saranno quindi in grado di gestire l'applicazione in modo semplice, mentre il monitoraggio e la configurazione dell'applicazione saranno a disposizione degli script amministrativi o di altre applicazioni, sia gestite sia non gestite.

System.Messaging

Vengono fornite classi che consentono di effettuare la connessione a code di messaggi presenti nella rete, di monitorarle, di amministrarle, nonché di inviare, ricevere o leggere i messaggi.

System.Messaging.Design

Contiene le classi utilizzabili per estendere il supporto per le classi di System.Messaging in fase di progettazione.

System.Net

Viene fornita una semplice interfaccia di programmazione per molti dei protocolli attualmente utilizzati per le reti. Le classi WebRequest e WebResponse costituiscono la base dei protocolli di collegamento, ovvero un'implementazione di servizi di rete che consente di sviluppare applicazioni che utilizzano risorse Internet senza dover conoscere in modo dettagliato i protocolli specifici.

System.Net.Cache

Definisce i tipi e le enumerazioni utilizzati per specificare i criteri di cache per le risorse ottenute mediante le classi WebRequest e HttpWebRequest.

System.Net.Configuration

Contiene le classi utilizzate dalle applicazioni per accedere a livello di codice alle impostazioni di configurazione degli spazi dei nomi System.Net e per aggiornarle.

System.Net.Mail

Contiene le classi utilizzate per inviare messaggi di posta elettronica a un server SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) affinché vengano consegnati.

System.Net.Mime

Contiene i tipi utilizzati per rappresentare le intestazioni MIME (Multipurpose Internet Mail Exchange). Essi vengono utilizzati insieme ai tipi dello spazio dei nomi System.Net.Mail per specificare le intestazioni Content-Type, Content-Disposition e Content-transfer-Encoding per l'invio di messaggi di posta elettronica mediante la classe SmtpClient.

System.Net.NetworkInformation

Viene fornito l'accesso ai dati sul traffico di rete, alle informazioni sull'indirizzo di rete e alla notifica dei cambiamenti di indirizzo del computer locale. Lo spazio dei nomi contiene inoltre classi che implementano l'utilità Ping. È possibile utilizzare Ping e le classi correlate per verificare se un computer è raggiungibile in rete.

System.Net.Sockets

Viene fornita un'implementazione gestita dell'interfaccia Windows Sockets (Winsock) per sviluppatori che hanno la necessità di controllare l'accesso alla rete.

System.Reflection

Contiene le classi e le interfacce che forniscono una visualizzazione gestita dei tipi, dei metodi e dei campi caricati, con la possibilità di creare e richiamare dinamicamente i tipi.

System.Reflection.Emit

Contiene le classi che consentono a un compilatore o a uno strumento di creare metadati e codice MSIL e, se lo si desidera, di generare un file PE su disco. I client primari di queste classi sono moduli di gestione di script e compilatori.

System.Resources

Vengono fornite classi e interfacce che consentono agli sviluppatori di creare, archiviare e gestire numerose risorse specifiche delle impostazioni cultura utilizzate in un'applicazione.

System.Resources.Tools

Contiene la classe StronglyTypedResourceBuilder, che fornisce il supporto per le risorse fortemente tipizzate. A partire da .NET Framework versione 2.0, questa funzionalità in fase di compilazione incapsula l'accesso alle risorse mediante la creazione di classi contenenti un insieme di proprietà statiche di sola lettura di tipo get, ottimizzando così l'impiego delle risorse.

System.Runtime

Contiene i tipi avanzati che supportano i diversi spazi dei nomi, tra cui System, Runtime e Security.

System.Runtime.ConstrainedExecution

Definisce un insieme di tipi che enumerano e definiscono un contratto di affidabilità tra l'autore di alcune parti di codice e gli sviluppatori che definiscono una dipendenza su tale codice.

System.Runtime.Hosting

Contiene tipi avanzati utilizzati per l'attivazione dell'applicazione all'interno dei domini applicazione.

System.Runtime.CompilerServices

Viene fornita una funzionalità che consente ai writer di compilatori che utilizzano codice gestito di specificare nei metadati attributi che influiscono sul funzionamento in fase di esecuzione di Common Language Runtime. Le classi in questo spazio dei nomi sono progettate unicamente per l'utilizzo da parte dei writer di compilatori.

System.Runtime.InteropServices

Viene fornita un'ampia gamma di membri che supportano servizi di chiamata al sistema operativo e interoperabilità COM. Per ulteriori informazioni su questi servizi, vedere Interoperabilità con codice non gestito.

System.Runtime.InteropServices.ComTypes

Contiene i metodi che rappresentano definizioni di funzioni COM per il codice gestito. Queste funzioni sostituiscono gli obsoleti metodi UCOM* nello spazio dei nomi System.Runtime.InteropServices.

System.Runtime.InteropServices.CustomMarshalers

Supporta l'infrastruttura .NET e non deve essere utilizzato direttamente dal codice.

System.Runtime.InteropServices.Expando

Contiene l'interfaccia IExpando, che consente la modifica di un oggetto mediante l'aggiunta o la rimozione di membri.

System.Runtime.Remoting

Vengono fornite classi e interfacce che consentono agli sviluppatori di creare e configurare applicazioni distribuite.

System.Runtime.Remoting.Activation

Vengono fornite classi e oggetti che supportano l'attivazione da server e da client di oggetti remoti.

System.Runtime.Remoting.Channels

Contiene le classi che supportano e consentono la gestione di canali e sink di canale, utilizzati come mezzo di trasporto quando un metodo su un oggetto remoto viene chiamato da un client.

System.Runtime.Remoting.Channels.Http

Contiene canali che utilizzano il protocollo HTTP per il trasporto di messaggi e oggetti da e verso posizioni remote. Per impostazione predefinita, i canali HTTP consentono di codificare oggetti e chiamate al metodo in formato SOAP per la trasmissione; tuttavia, nelle proprietà di configurazione di un canale è possibile specificare anche altri sink del formattatore di codifica e decodifica.

System.Runtime.Remoting.Channels.Ipc

Definisce un canale per la comunicazione remota che utilizza il sistema IPC (Interprocess Communication) del sistema operativo Windows. Poiché non viene utilizzata la comunicazione di rete, il canale IPC è molto più rapido rispetto ai canali HTTP e TCP, ma può essere utilizzato soltanto per la comunicazione tra i domini applicazione sullo stesso computer.

System.Runtime.Remoting.Channels.Tcp

Contiene canali che utilizzano il protocollo TCP per il trasporto di messaggi e oggetti da e verso posizioni remote. Per impostazione predefinita, i canali TCP codificano oggetti e chiamate al metodo in formato binario per la trasmissione; tuttavia, nelle proprietà di configurazione di un canale è possibile specificare anche altri sink del formattatore di codifica e decodifica.

System.Runtime.Remoting.Contexts

Contiene oggetti che definiscono i contesti in cui risiedono tutti gli oggetti. Un contesto è una sequenza ordinata di proprietà mediante cui viene definito un ambiente per gli oggetti al suo interno. I contesti vengono creati nel corso del processo di attivazione di oggetti configurati per richiedere determinati servizi automatici quali sincronizzazioni, transazioni, attivazione JIT (just-in-time), sicurezza e così via. In un contesto possono coesistere più oggetti.

System.Runtime.Remoting.Lifetime

Contiene le classi che consentono la gestione della durata degli oggetti remoti. In genere, la procedura di Garbage Collection distribuita utilizza i conteggi e il ping dei riferimenti per il controllo della durata degli oggetti. Questa procedura si rivela adeguata in presenza di un numero limitato di client per servizio ma non è sufficientemente scalabile se tale numero è rilevante. Il servizio remoto di durata assegna un lease a ciascun servizio e lo elimina una volta raggiunta la scadenza. Il servizio di durata può assumere la funzione di un tradizionale Garbage Collector distribuito, offrendo anche doti di flessibilità in caso di aumento del numero di client per server.

System.Runtime.Remoting.Messaging

Contiene le classi utilizzabili per creare messaggi ed eseguirne la gestione remota. Nell'infrastruttura della gestione remota vengono utilizzati messaggi per comunicare con oggetti remoti. I messaggi sono utilizzati per trasmettere chiamate al metodo remote, attivare oggetti remoti e trasmettere informazioni. Un oggetto messaggio trasporta un set di proprietà denominate, quali identificatori di azioni, informazioni di invio e parametri.

System.Runtime.Remoting.Metadata

Contiene le classi e gli attributi utilizzabili per personalizzare la generazione e l'elaborazione di SOAP per oggetti e campi. Le classi di questo spazio dei nomi possono essere utilizzate per indicare SOAPAction, l'output dei tipi, il nome dell'elemento XML e l'URI dello spazio dei nomi XML del metodo.

System.Runtime.Remoting.Metadata.W3cXsd2001

Contiene la definizione dello schema XML (XSD, XML Schema Definition) creata nel 2001 dal World Wide Web Consortium (W3C). Nel documento "The XML Schema Part2: Data types specification" (informazioni in lingua inglese) del W3C vengono identificati il formato e il comportamento dei vari tipi di dati. Lo spazio dei nomi contiene le classi wrapper per i tipi di dati conformi alla specifica W3C. Tutti i tipi di data e ora sono conformi alla specifica standard ISO.

System.Runtime.Remoting.MetadataServices

Contiene le classi utilizzate dallo strumento da riga di comando Soapsuds.exe e il codice utente per la conversione dei metadati da e verso lo schema XML per l'infrastruttura remota.

System.Runtime.Remoting.Proxies

Contiene le classi in grado di controllare e fornire funzionalità per i proxy. Il termine proxy indica un oggetto locale che rappresenta un'immagine di un oggetto remoto. I proxy consentono ai client di accedere a oggetti oltre i limiti della gestione remota.

System.Runtime.Remoting.Services

Contiene le classi dei servizi che forniscono funzionalità a .NET Framework.

System.Runtime.Serialization

Contiene le classi utilizzabili per la serializzazione e la deserializzazione di oggetti. La serializzazione è il processo di conversione di un oggetto o di un grafico di oggetti in una sequenza lineare di byte per l'archiviazione o la trasmissione a una posizione diversa. La deserializzazione è il processo di acquisizione delle informazioni archiviate e del loro utilizzo per ricrearne oggetti.

System.Runtime.Serialization.Formatters

Vengono fornite enumerazioni comuni, interfacce e classi utilizzate dai formattatori di serializzazione.

System.Runtime.Serialization.Formatters.Binary

Contiene la classe BinaryFormatter che può essere utilizzata per serializzare e deserializzare gli oggetti in formato binario.

System.Runtime.Serialization.Formatters.Soap

Contiene la classe SoapFormatter che può essere utilizzata per serializzare e deserializzare gli oggetti in formato SOAP.

System.Security

Viene fornita la struttura sottostante del sistema di sicurezza di .NET Framework, incluse le classi base per le autorizzazioni.

System.Security.AccessControl

 

System.Security.Cryptography

Vengono forniti servizi di crittografia, tra cui la codifica e decodifica sicura dei dati, oltre a numerose altre operazioni, quali la generazione di hash, generazione casuale di numeri e autenticazione dei messaggi.

System.Security.Cryptography.Pkcs

Fornisce gli elementi di programmazione per PKCS (Public Key Cryptography Standards), inclusi i metodi per la firma dei dati, lo scambio delle chiavi, la richiesta dei certificati, la crittografia e la decrittografia della chiave pubblica e altre funzioni di sicurezza.

System.Security.Cryptography.X509Certificates

Contiene l'implementazione Common Language Runtime del certificato Authenticode X.509 v.3. Il certificato è firmato con una chiave privata che identifica il titolare del certificato in modo univoco e assoluto.

System.Security.Cryptography.Xml

Contiene le classi che supportano la creazione e la convalida delle firme digitali XML. Le classi in questo spazio dei nomi implementano la raccomandazione "XML-Signature Syntax and Processing" del World Wide Web Consortium, descritta all'indirizzo http://www.w3.org/TR/xmldsig-core/ (informazioni in lingua inglese).

System.Security.Permissions

Vengono definite le classi che controllano l'accesso a operazioni e risorse basate sui criteri.

System.Security.Policy

Contiene gruppi di codice, condizioni di appartenenza ed evidenze. Questi tre tipi di classi vengono utilizzati per creare le regole applicate dal sistema dei criteri di sicurezza di .NET Framework. Le classi di evidenza rappresentano l'input per i criteri di sicurezza, mentre le condizioni di appartenenza ne rappresentano le opzioni. Il risultato è la creazione di istruzioni di criterio e la determinazione dell'insieme di autorizzazioni concesse. I livelli dei criteri e i gruppi di codice rappresentano la struttura della gerarchia di criteri. I gruppi di codice costituiscono l'incapsulamento di una regola e sono strutturati in modo gerarchico in un livello di criteri.

System.Security.Principal

Viene definito un oggetto principale che rappresenta il contesto di sicurezza nel quale viene eseguito il codice.

System.ServiceProcess

Vengono fornite classi che consentono di implementare, installare e controllare applicazioni relative ai servizi per Windows. I servizi sono eseguibili a esecuzione prolungata, avviati senza un'interfaccia utente. Per implementare un servizio occorre ereditare dalla classe ServiceBase e definire il comportamento specifico di elaborazione quando vengono passati comandi di avvio, arresto, sospensione e continuazione, nonché il comportamento personalizzato e le azioni da eseguire quando il sistema viene arrestato.

System.Text

Contiene le classi che rappresentano le codifiche di caratteri ASCII, Unicode, UTF-7 e UTF-8. Contiene inoltre le classi base astratte per la conversione di blocchi di caratteri in blocchi di byte e viceversa, nonché una classe di supporto per la modifica e la formattazione di oggetti String senza creare istanze intermedie di String.

System.Text.RegularExpressions

Contiene le classi che forniscono l'accesso al modulo di gestione delle espressioni regolari di .NET Framework. Questo spazio dei nomi fornisce la funzionalità delle espressioni regolari, che può essere utilizzata da qualsiasi piattaforma o linguaggio eseguito in Microsoft .NET Framework.

System.Threading

Vengono fornite classi e interfacce che consentono la programmazione con multithreading. Oltre alle classi che consentono di sincronizzare le attività di thread e l'accesso ai dati (Mutex, Monitor, Interlocked, AutoResetEvent e così via), questo spazio dei nomi contiene la classe ThreadPool che consente di utilizzare un pool di thread forniti dal sistema, nonché la classe Timer che esegue i metodi di callback nei thread del pool di thread.

System.Timers

Viene fornito il componente Timer, che consente di generare un evento a intervalli specificati.

System.Transactions

Contiene le classi che consentono al codice di partecipare alle transazioni. Le classi supportano le transazioni con più partecipanti distribuiti, più notifiche di fase ed elenchi permanenti.

System.Transactions.Configuration

Contiene le classi che illustrano le opzioni di configurazione utilizzate dalle classi System.Transactions.

System.Web

Vengono fornite le classi e le interfacce che consentono la comunicazione tra browser e server. Questo spazio dei nomi contiene la classe HttpRequest, che fornisce informazioni complete sulla richiesta HTTP corrente, la classe HttpResponse, che gestisce l'output HTTP al client, e la classe HttpServerUtility, che fornisce l'accesso alle utilità e ai processi del lato server. Nello spazio dei nomi System.Web sono inoltre incluse le classi per la modifica dei cookie, il trasferimento dei file, la gestione delle informazioni di eccezione e il controllo della cache di output.

System.Web.Caching

Vengono fornite classi per la memorizzazione nella cache di dati utilizzati frequentemente sul server, ad esempio la classe Cache, un dizionario che consente di memorizzare oggetti dati arbitrari, quali tabelle e dataset. Vengono inoltre forniti una funzionalità di scadenza per questi oggetti nonché alcuni metodi che consentono di aggiungere e rimuovere gli oggetti. È inoltre possibile aggiungere gli oggetti con una dipendenza da altri oggetti della cache o file ed eseguire una funzione di callback per inviare una notifica all'applicazione quando un oggetto viene rimosso dalla cache.

System.Web.Compilation

Contiene le classi per la generazione e la compilazione dei tipi di file personalizzati all'interno dell'ambiente di generazione ASP.NET.

System.Web.Configuration

Contiene le classi utilizzabili per l'impostazione della configurazione di ASP.NET.

System.Web.Handlers

Contiene le classi del gestore HTTP che elaborano le richieste HTTP in un server Web.

System.Web.Hosting

Viene fornita la funzionalità di hosting per applicazioni ASP.NET da applicazioni gestite esterne a Microsoft Internet Information Server (IIS).

System.Web.Mail

Le classi in questo spazio dei nomi sono obsolete. Utilizzare le classi nello spazio dei nomi System.Net.Mail. Contiene le classi che consentono di creare e inviare messaggi utilizzando il componente di messaggistica CDOSYS. Il messaggio viene recapitato tramite il servizio di posta elettronica SMTP di Windows 2000 oppure tramite un server SMTP arbitrario. Le classi in questo spazio dei nomi possono essere utilizzate da ASP.NET o da qualsiasi applicazione gestita.

System.Web.Management

Contiene le classi e le interfacce per la gestione e il monitoraggio dello stato delle applicazioni Web.

System.Web.Mobile

Contiene le funzionalità di base, come autenticazione e gestione degli errori, necessarie per la generazione di applicazioni Web ASP.NET per dispositivi mobili.

System.Web.Profile

Contiene le classi utilizzate per l'implementazione del profilo utente ASP.NET nelle applicazioni server Web.

System.Web.RegularExpressions

Vengono fornite espressioni regolari utilizzate per analizzare i file ASP.NET. Tutti i membri dello spazio dei nomi System.Web.RegularExpressions sono derivazioni della classe Regex.

System.Web.Security

Contiene le classi utilizzate per l'implementazione della sicurezza di ASP.NET nelle applicazioni server Web.

System.Web.Services

È costituito dalle classi che consentono la creazione di servizi Web XML tramite ASP.NET e i client del servizio Web XML. I servizi Web XML sono applicazioni che forniscono la funzionalità di scambio di messaggi in un ambiente ad accoppiamento ridotto mediante protocolli standard, quali HTTP, XML, XSD, SOAP e WSDL. Tramite i servizi Web XML è possibile generare applicazioni modulari all'interno di società o in modo trasversale in ambienti eterogenei, consentendone l'interoperabilità con un'ampia gamma di implementazioni, piattaforme e dispositivi. I messaggi XML basati su SOAP di queste applicazioni possono contenere parti ben definite, strutturate e tipizzate, oppure definite in modo libero, utilizzando dati XML arbitrari. La capacità dei messaggi di evolversi nel tempo senza interrompere il protocollo è fondamentale per garantire flessibilità ed efficienza ai servizi Web XML, che costituiscono gli elementi di base per il futuro del Web.

System.Web.Services.Configuration

Spazio dei nomi costituito da classi per la configurazione delle modalità con cui vengono creati servizi Web XML mediante l'esecuzione di ASP.NET.

System.Web.Services.Description

Spazio dei nomi costituito da classi che consentono di descrivere pubblicamente un servizio Web XML utilizzando il linguaggio di descrizione dei servizi Web (WSDL, Web Services Description Language). Ciascuna classe contenuta in questo spazio dei nomi corrisponde a un determinato elemento della specifica WSDL e la gerarchia delle classi corrisponde alla struttura XML di un documento WSDL valido.

System.Web.Services.Discovery

Spazio dei nomi costituito da classi che consentono ai client di servizi Web XML di individuare i servizi Web XML disponibili su un server Web mediante il processo di individuazione Servizi Web XML.

System.Web.Services.Protocols

Spazio dei nomi costituito da classi che definiscono i protocolli utilizzati per la trasmissione di dati via cavo nel corso della comunicazione tra client di servizi Web XML e servizi Web XML creati con ASP.NET.

System.Web.SessionState

Vengono fornite le classi e le interfacce che consentono l'archiviazione di dati specifici di un determinato client all'interno di un'applicazione Web sul server. I dati sullo stato della sessione vengono utilizzati per fornire al client l'aspetto di una connessione persistente con l'applicazione. Le informazioni sullo stato possono essere archiviate nella memoria del processo locale oppure, per configurazioni di Web farm, esternamente al processo utilizzando il servizio ASP.NET State oppure un database SQL Server.

System.Web.UI

Vengono fornite classi e interfacce che consentono di creare controlli e pagine che verranno visualizzate nelle applicazioni Web come interfaccia utente all'interno delle pagine Web. Questo spazio dei nomi include la classe Control, che fornisce tutti i controlli di tipo HTML, Web o utente, con un insieme di funzionalità comuni. È inoltre incluso il controllo Page, generato automaticamente quando viene eseguita la richiesta di una pagina presente nell'applicazione Web. Sono inoltre incluse classi che forniscono la funzionalità di associazione dati dei controlli server Web Form, la possibilità di salvare lo stato di visualizzazione di un determinato controllo o pagina e la funzionalità di analisi di controlli programmabili e letterali.

System.Web.UI.Adapters

Contiene le classi base per adattatori di controllo e di pagina, che possono essere utilizzate per eseguire l'override degli stati del ciclo di vita di pagine e controlli in modo da modificarne il tag o il comportamento predefinito per nuovi standard di tag o browser specifici.

System.Web.UI.Design

Contiene le classi utilizzabili per estendere il supporto in fase di progettazione per controlli Web Form e server Web.

System.Web.UI.Design.MobileControls

Obsoleta. Contiene le classi che forniscono il supporto in fase di progettazione per le classi dello spazio dei nomi System.Web.UI.MobileControls. Le classi in questo spazio dei nomi sono obsolete. Utilizzare le classi di System.Web.UI.Design.WebControls.

System.Web.UI.Design.MobileControls.Converters

Contiene le classi che forniscono il supporto in fase di progettazione per i convertitori dei tipi di dati in controlli mobili.

System.Web.UI.Design.WebControls

Contiene le classi utilizzabili per estendere il supporto in fase di progettazione per i controlli server Web.

System.Web.UI.Design.WebControls.WebParts

Contiene le classi che forniscono il supporto in fase di progettazione per i controlli derivati dalle classi dello spazio dei nomi System.Web.UI.WebControls.WebParts.

System.Web.UI.HtmlControls

Costituito da un insieme di classi per la creazione di controlli server HTML in una pagina Web Form. I controlli server HTML vengono eseguiti sul server e vengono associati direttamente a tag HTML standard supportati dalla maggior parte dei browser. Sarà quindi possibile controllare a livello di codice gli elementi HTML presenti nella pagina Web Form.

System.Web.UI.MobileControls

Obsoleta. Contiene un insieme di controlli server ASP.NET che consentono di eseguire il rendering intelligente di un'applicazione in dispositivi mobili diversi. Le classi in questo spazio dei nomi sono obsolete. Utilizzare i controlli di System.Web.UI.WebControls.

System.Web.UI.MobileControls.Adapters

Contiene le classi utilizzabili per eseguire l'override delle fasi del ciclo di vita di un controllo mobile per modificarne il codice (HTML, CHTML o WML) o il comportamento predefinito per nuovi standard di codice o per browser e dispositivi mobili specifici.

System.Web.UI.MobileControls.Adapters.XhtmlAdapters

Contiene le classi utilizzabili per eseguire l'override delle fasi del ciclo di vita di un controllo mobile per modificarne il codice XHTML o il comportamento predefinito per nuovi standard di codice o per browser e dispositivi mobili specifici.

System.Web.UI.WebControls

Contiene le classi che consentono la creazione di controlli server Web in una pagina Web. I controlli server Web vengono eseguiti sul server e comprendono controlli dei form, quali pulsanti e caselle di testo, nonché controlli speciali, come i calendari. Poiché questi controlli vengono eseguiti sul server, possono essere controllati a livello di codice. I controlli server Web sono più astratti dei controlli server HTML e il relativo modello ad oggetti non riflette necessariamente la sintassi HTML.

System.Web.UI.WebControls.Adapters

Contiene le classi utilizzabili per eseguire l'override delle fasi del ciclo di vita di un controllo Web per modificarne il codice o il comportamento predefinito per nuovi standard di codice o per browser specifici.

System.Web.UI.WebControls.WebParts

Contiene un insieme integrato di classi e interfacce per la creazione di pagine Web che gli utenti finali possono personalizzare, modificandone aspetto e comportamento. Le impostazioni definite dall'utente per ciascuna pagina vengono salvate per le successive sessioni del browser.

System.Web.Util

Contiene le classi che consentono l'esecuzione dei metodi di callback nell'ambito di una transazione e l'invio del lavoro a thread distinti.

System.Windows.Forms

Contiene le classi per la creazione di applicazioni Windows che sfruttano le numerose funzionalità di interfaccia utente disponibili nel sistema operativo Microsoft Windows.

System.Windows.Forms.ComponentModel.Com2Interop

Contiene le classi di supporto utilizzate in Visual Studio per la visualizzazione delle pagine delle proprietà in modalità progettazione.

System.Windows.Forms.Design

Contiene le classi che supportano il comportamento e la configurazione in fase di progettazione per i componenti Windows Form. Queste classi includono: classi della finestra di progettazione che forniscono il supporto per i componenti Windows Form, un insieme di servizi per la fase di progettazione, classi UITypeEditor per la configurazione di determinati tipi di proprietà e classi per l'importazione di controlli ActiveX.

System.Windows.Forms.Design.Behavior

Contiene le classi per la creazione di un comportamento dell'interfaccia utente personalizzato per i componenti in fase di progettazione.

System.Windows.Forms.Layout

Contiene le classi che supportano i comportamenti di layout nelle fasi di progettazione ed esecuzione.

System.Windows.Forms.PropertyGridInternal

Viene fornito il supporto interno per il controllo PropertyGrid. Le classi di questo spazio dei nomi supportano l'infrastruttura .NET Framework e non devono essere utilizzati direttamente dal codice.

System.Xml

Viene fornito il supporto basato su standard per l'elaborazione di XML.

System.Xml.Schema

Contiene le classi XML che forniscono supporto basato su standard per gli schemi XSD (XML Schema Definition).

System.Xml.Serialization

Contiene le classi utilizzabili per la serializzazione degli oggetti in flussi o documenti in formato XML.

System.Xml.XPath

Contiene il parser XPath e il modulo di gestione della valutazione. Supporta la raccomandazione XML Path Language (XPath) Version 1.0 del W3C (www.w3.org/TR/xpath, informazioni in lingua inglese).

System.Xml.Xsl

Viene fornito il supporto per le trasformazioni XSLT (Extensible Stylesheet Transformation). Supporta la raccomandazione XSL Transformations (XSLT) Version 1.0 del W3C (www.w3.org/TR/xslt, informazioni in lingua inglese).

System.Xml.Xsl.Runtime

Fornisce il supporto interno per le classi nello spazio dei nomi System.Xml.Xsl. Le classi in questo spazio dei nomi supportano l'infrastruttura .NET Framework e non devono essere utilizzate direttamente dal codice.

Aggiunte alla community

Mostra:
© 2014 Microsoft