VENDITE: 1-800-867-1389
Informazioni
L'argomento richiesto è visualizzato di seguito, ma non è incluso in questa libreria.

sys.dm_os_sys_info (Transact-SQL)

Restituisce svariate informazioni utili sul computer e sulle risorse disponibili e utilizzate da SQL Server.

Si applica a: SQL Server (da SQL Server 2008 a versione corrente).

Nome colonna

Tipo di dato

Descrizione

cpu_ticks

bigint

Specifica il conteggio corrente dei tick della CPU. I tick della CPU vengono recuperati dal contatore RDTSC del processore. Si tratta di un contatore a incremento progressivo costante. Non ammette valori NULL.

ms_ticks

bigint

Specifica il numero di millisecondi dall'avvio del computer. Non ammette valori NULL.

cpu_count

int

Specifica il numero di CPU logiche nel sistema. Non ammette valori NULL.

hyperthread_ratio

int

Specifica il rapporto del numero dei core logici o fisici esposti da un pacchetto del processore fisico. Non ammette i valori Null.

physical_memory_in_bytes

bigint

Specifica la quantità totale di memoria fisica disponibile nel computer. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2008 tramite SQL Server 2008 R2.

physical_memory_kb

bigint

Specifica la quantità totale di memoria fisica disponibile nel computer. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2012 tramite SQL Server 2014.

virtual_memory_in_bytes

bigint

Quantità di memoria virtuale disponibile per il processo in modalità utente. Questo valore può essere utilizzato per determinare se SQL Server è stato avviato tramite il parametro /3gb.

Si applica a: SQL Server 2008 tramite SQL Server 2008 R2.

virtual_memory_kb

bigint

Specifica la quantità totale di spazio degli indirizzi virtuali disponibile per il processo in modalità utente. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2012 tramite SQL Server 2014.

bpool_commited

int

Rappresenta la memoria di cui è stato eseguito il commit in kilobyte (KB) nel gestore della memoria. Non include la memoria riservata nel gestore della memoria. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2008 tramite SQL Server 2008 R2.

committed_kb

int

Rappresenta la memoria di cui è stato eseguito il commit in kilobyte (KB) nel gestore della memoria. Non include la memoria riservata nel gestore della memoria. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2012 tramite SQL Server 2014.

bpool_commit_target

int

Rappresenta la quantità di memoria, in kilobyte (KB), che può essere utilizzata dal gestore della memoria di SQL Server.

Si applica a: SQL Server 2008 tramite SQL Server 2008 R2.

committed_target_kb

int

Rappresenta la quantità di memoria, in kilobyte (KB), che può essere utilizzata dal gestore della memoria di SQL Server. La quantità di destinazione viene calcolata tramite una vasta gamma di input quali:

  • stato corrente del sistema incluso il caricamento

  • memoria richiesta dai processi correnti

  • quantità di memoria installata nel computer

  • parametri di configurazione

Se committed_target_kb è maggiore di committed_kb, il gestore della memoria tenterà di ottenere memoria aggiuntiva. Se committed_target_kb è minore di committed_kb, il gestore della memoria tenterà di compattare la quantità di memoria di cui è stato eseguito il commit. committed_target_kb include sempre la memoria prelevata e riservata. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2012 tramite SQL Server 2014.

bpool_visible

int

Numero di buffer da 8 KB nel pool di buffer a cui è possibile accedere direttamente nello spazio degli indirizzi virtuali di processo. Se non si utilizza AWE (Address Windowing Extensions), quando il pool di buffer raggiunge la memoria massima (bpool_committed = bpool_commit_target) il valore di bpool_visible è uguale al valore di bpool_committed. Quando si utilizza AWE in una versione a 32 bit di SQL Server, bpool_visible rappresenta la dimensione della finestra di mapping AWE utilizzata per accedere alla memoria fisica allocata dal pool di buffer. Poiché le dimensioni di questa finestra di mapping sono associate allo spazio degli indirizzi di processo, la quantità visibile sarà inferiore a quella di cui è stato eseguito il commit ed è possibile che risulti ulteriormente ridotta dai componenti interni che utilizzano la memoria per fini diversi dalla visualizzazione delle pagine di database. Se il valore di bpool_visible è troppo basso, è possibile che vengano visualizzati errori di memoria insufficiente.

Si applica a: SQL Server 2008 tramite SQL Server 2008 R2.

visible_target_kb

int

È uguale a committed_target_kb. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2012 tramite SQL Server 2014.

stack_size_in_bytes

int

Specifica le dimensioni dello stack di chiamate per ogni thread creato da SQL Server. Non ammette valori NULL.

os_quantum

bigint

Rappresenta il quantum per un'attività non preemptive misurato in millisecondi. Quantum (in secondi) = os_quantum / velocità del clock della CPU. Non ammette valori NULL.

os_error_mode

int

Viene specificata la modalità di errore per il processo di SQL Server. Non ammette valori NULL.

os_priority_class

int

Specifica la classe di priorità per il processo SQL Server. Ammette valori NULL.

32 = Normale (nel log degli errori viene indicato che SQL Server viene avviato con valore base di priorità normale (=7).)

128 = Alta (nel log degli errori viene indicato che SQL Server è in esecuzione con valore base di priorità alta. (=13).)

Per ulteriori informazioni, vedere Configurare l'opzione di configurazione del server priority boost.

max_workers_count

int

Rappresenta il numero massimo di thread di lavoro che è possibile creare. Non ammette valori NULL.

scheduler_count

int

Rappresenta il numero di utilità di pianificazione utente configurate nel processo di SQL Server. Non ammette valori NULL.

scheduler_total_count

int

Rappresenta il numero totale di utilità di pianificazione in SQL Server. Non ammette valori NULL.

deadlock_monitor_serial_number

int

Specifica l'ID della sequenza corrente di monitoraggio dei deadlock. Non ammette valori NULL.

sqlserver_start_time_ms_ticks

bigint

Rappresenta il numero di ms_tick al momento dell'ultimo avvio di SQL Server. Confrontare alla colonna ms_ticks corrente. Non ammette valori NULL.

sqlserver_start_time

datetime

Vengono specificate la data e l'ora dell'ultimo avvio di SQL Server. Non ammette valori NULL.

affinity_type

int

Viene specificato il tipo di affinità di processo CPU server attualmente in uso. Non ammette i valori Null. Per ulteriori informazioni, vedere ALTER SERVER CONFIGURATION (Transact-SQL).

1 = MANUAL

2 = AUTO

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

affinity_type_desc

varchar(60)

Descrive la colonna affinity_type. Non ammette i valori Null.

MANUAL = l'affinità è stata impostata per almeno una CPU.

AUTO = in SQL Server è possibile spostare liberamente i thread tra CPU.

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

process_kernel_time_ms

bigint

Tempo totale in millisecondi impiegato da tutti i thread di SQL Server in modalità kernel. Questo valore può essere maggiore di un singolo clock del processore perché è incluso il tempo di tutti i processori nel server. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

process_user_time_ms

bigint

Tempo totale in millisecondi impiegato da tutti i thread di SQL Server in modalità utente. Questo valore può essere maggiore di un singolo clock del processore perché è incluso il tempo di tutti i processori nel server. Non ammette i valori Null.

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

time_source

int

Indica l'API utilizzata da SQL Server per recuperare il tempo di clock. Non ammette i valori Null.

0 = QUERY_PERFORMANCE_COUNTER

1 = MULTIMEDIA_TIMER

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

time_source_desc

nvarchar(60)

Descrive la colonna time_source. Non ammette i valori Null.

QUERY_PERFORMANCE_COUNTER = l'API di QueryPerformanceCounter recupera il tempo di clock.

MULTIMEDIA_TIMER = l'API del timer multimediale che recupera il tempo di clock.

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

virtual_machine_type

int

Indica se SQL Server è in esecuzione in un ambiente virtualizzato. Non ammette i valori Null.

0 = NONE

1 = HYPERVISOR

2 = OTHER

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

virtual_machine_type_desc

nvarchar(60)

Descrive la colonna virtual_machine_type. Non ammette i valori Null.

NO = SQL Server non è in esecuzione in una macchina virtuale.

HYPERVISOR = SQL Server è in esecuzione in un hypervisor, pertanto è implicata un virtualizzazione assistita da hardware. Se l'istanza è in esecuzione nel sistema operativo host, nella descrizione verrà comunque restituito HYPERVISOR.

OTHER = SQL Server è in esecuzione in una macchina virtuale in cui non viene utilizzato alcun assistente hardware, ad esempio Microsoft Virtual PC.

Si applica a: SQL Server 2008 R2 tramite SQL Server 2014.

È richiesta l'autorizzazione VIEW SERVER STATE nel server.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft