VENDITE: 1-800-867-1389

Configurare le notifiche push

Aggiornamento: aprile 2014

È possibile integrare Servizi mobili di Microsoft Azure con gli hub di notifica di Microsoft Azure per inviare notifiche push alle app. Per supportare una funzionalità aggiuntiva di notifica push, ad esempio modelli, piattaforme multiple e scalabilità, è necessario abilitare l'integrazione degli hub di notifica in un servizio mobile back-end JavaScript. Selezionare l'opzione per l'abilitazione dei push avanzati per iniziare a utilizzare gli hub di notifica. L'hub di notifica creato può essere utilizzato gratuitamente con il servizio mobile, può essere gestito indipendentemente da quest'ultimo e può essere utilizzato da altri servizi e applicazioni. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa agli hub di notifica.

ImportantImportante
Dopo aver creato il nuovo hub di notifica, non è possibile annullare il processo di integrazione.

In un servizio mobile back-end .NET vengono sempre utilizzati hub di notifica. Quando si crea un nuovo servizio mobile back-end .NET viene creato anche un nuovo hub di notifica.

Le notifiche stesse vengono inviate dal codice back-end. La modalità di configurazione e di invio delle notifiche push dipende dall'applicazione utilizzata.

Windows Store: è possibile inviare notifiche push a un'App di Windows Store utilizzando Servizi notifica Push Windows (WNS). Per inviare notifiche push all'applicazione, è necessario configurare il funzionamento del servizio mobile con WNS. Per effettuare questa operazione, immettere i valori Chiave privata client e SID pacchetto forniti da WNS durante la registrazione dell'applicazione con Windows Store. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa all'introduzione alle notifiche push (C# / JavaScript).

Windows Phone: in Servizi per dispositivi mobili le notifiche push vengono inviate a un'applicazione Windows Phone mediante il Servizio di notifica Push di Microsoft. Con Servizi per dispositivi mobili non è necessario registrare l'applicazione Windows Phone per l'invio delle notifiche push poiché non è richiesta l'autenticazione da MPNS quando si inviano meno di 500 messaggi per utente al giorno. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa all'introduzione alle notifiche push.

iOS: in Servizi per dispositivi mobili le notifiche push vengono inviate alle applicazioni iPhone e iPad mediante il servizio Apple Push Notification Service (APNS). Per inviare notifiche push all'applicazione, è necessario configurare il funzionamento del servizio mobile con APNS. Per effettuare questa operazione, generare un certificato speciale per le notifiche push nel Portale di provisioning di iOS e quindi caricare il file del certificato esportato (con estensione .p12) facendo clic sul pulsante Carica. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa all'introduzione alle notifiche push.

Android: è possibile inviare le notifiche push alle applicazioni Android mediante il servizio Google Cloud Messaging (GCM). Per inviare notifiche push all'applicazione, è necessario configurare il funzionamento del servizio mobile con GCM. Per effettuare questa operazione, immettere il valore Chiave API fornito da GCM durante la registrazione dell'applicazione nel sito Web API Google. Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa all'introduzione alle notifiche push.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft