VENDITE: 1-800-867-1389

Considerazioni sulla pianificazione della capacità per Cache nel ruolo (Cache di Azure)

Aggiornamento: luglio 2010

noteNota
Per indicazioni sulla scelta dell'offerta di Cache di Azure più adatta alla propria applicazione, vedere Qual è l'offerta di Cache di Azure più adatta alle mie esigenze?.

La capacità richiesta per una cache di Cache nel ruolo dipende da numerosi fattori, tra cui la quantità di dati da inserire nella cache, la frequenza e l'entità delle letture e scritture nella cache e le opzioni specificate per la cache, ad esempio la disponibilità elevata. Dopo avere determinato i requisiti della cache, è possibile configurare la topologia della cache. La topologia del cluster di cache con provisioning dipende da molti fattori, tra cui le dimensioni della macchina virtuale, il numero di istanze distribuite e il fatto che si tratti di un ruolo condiviso o di un ruolo dedicato alla memorizzazione nella cache. Questo argomento illustra come usare il foglio di calcolo per la pianificazione della capacità per determinare la capacità richiesta per la cache e le impostazioni per configurare il provisioning di un cluster di cache in modo da soddisfare i requisiti.

noteNota
Questo argomento fornisce indicazioni sull'uso del foglio di calcolo per la pianificazione della capacità per determinare la capacità e le impostazioni per configurare il provisioning di una cache con le dimensioni desiderate. Per altre indicazioni sulla determinazione delle dimensioni appropriate per l'applicazione, vedere la sezione Capacity Planning Methodology del white paper Capacity Planning for Caching in Azure. Anche se il white paper Capacity Planning for Caching in Azure contiene istruzioni specifiche per Shared Caching di Microsoft Azure, le informazioni nella sezione Capacity Planning Methodology sono valide anche per Cache nel ruolo e possono essere utili per determinare le dimensioni della cache che soddisfano i requisiti dell'applicazione. Tenere presente che queste indicazioni rappresentano un punto di partenza per farsi un'idea della capacità necessaria in base ai requisiti di memorizzazione nella cache e che prima del passaggio all'ambiente di produzione è necessario eseguire un test, anche per le configurazioni consigliate in questa guida.

Il foglio di calcolo per la pianificazione della capacità, disponibile nell'area download Microsoft, contiene due fogli di lavoro che possono essere utili per pianificare la capacità: Dedicated Role – Planner e Co-Located Role - Planner. Dedicated Role – Planner include indicazioni per la creazione di un cluster di cache basata su Dedicated Role, mentre Co-Located Role - Planner include indicazioni per la creazione di un cluster di cache basata su Co-Located Role.

 

Topologia di distribuzione del cluster di cache Descrizione

Memorizzazione nella cache basata su ruolo dedicato

Le istanze di ruolo di lavoro vengono usate esclusivamente per la memorizzazione nella cache.

Memorizzazione nella cache basata su ruolo con risorse condivise

La cache condivide le risorse della macchina virtuale (larghezza di banda, CPU e memoria) con l'applicazione principale ospitata dal ruolo.

Se nei ruoli esistenti dell'applicazione è disponibile una parte di memoria non usata, è possibile configurare un cluster di cache basata su ruolo con risorse condivise su questi ruoli e usare quella memoria supplementare per la memorizzazione nella cache. Se nei ruoli non è disponibile memoria supplementare sufficiente per supportare un cluster di cache, è possibile eseguire la scalabilità orizzontale dei ruoli oppure aggiungere un ruolo di lavoro della cache e configurare un cluster di cache basata su ruolo dedicato. Questa guida consente di determinare le impostazioni da usare per la topologia di distribuzione adatta alle esigenze di memorizzazione nella cache dell'applicazione.

Le seguenti sezioni illustrano come usare i due fogli di lavoro per la pianificazione della capacità per la memorizzazione nella cache basata su Dedicated Role e Co-located Role.

Il foglio di lavoro Dedicated Role – Planner è il primo del foglio di calcolo per la pianificazione della capacità e consente di determinare le impostazioni per un cluster di cache basata su Dedicated Role. In un cluster di cache basata su ruolo dedicato, le istanze di ruolo di lavoro sono usate esclusivamente per la memorizzazione nella cache.

Pianificazione della capacità della cache dedicata

Il foglio di lavoro Dedicated Role – Planner prevede diversi tipi di input. La prima sezione, Input: requisiti dati, consente di calcolare le dimensioni massime dei dati per la cache. Per un massimo di dieci tipi di dati, è possibile specificare un valore in Dimensione media degli oggetti dopo la serializzazione, Numero massimo di oggetti attivi e Disponibilità elevata abilitata. Nell'esempio precedente viene modellato un tipo di dati. La dimensione media è 2560 byte e il numero massimo di oggetti nella cache è 100.000. La disponibilità elevata non è abilitata.

La seconda sezione, Input: requisiti velocità effettiva, consente di calcolare i requisiti di larghezza di banda per la cache e richiede l'immissione di Numero di letture/sec e Numero di scritture/sec in condizioni di picco del carico. In questo esempio, il carico di picco per Tipo di dati 1 è 10.000 letture al secondo e 500 scritture al secondo.

La terza sezione, Input: opzioni avanzate, contiene varie altre impostazioni di input. Cuscinetto per carico di picco - Dati e Cuscinetto per carico di picco - Velocità effettiva forniscono un buffer per picchi di carico dell'applicazione. Queste impostazioni consentono di aumentare o ridurre facilmente il buffer desiderato in base alla quantità e alla velocità effettiva dei dati nella cache.

Mantieni i dati tra gli aggiornamenti di Azure indica se il foglio di calcolo per la pianificazione della capacità deve includere capacità aggiuntiva per scenari di aggiornamento in sequenza quando i ruoli di un dominio di aggiornamento vengono disattivati a causa di un aggiornamento. Quando arresta i ruoli in un dominio di aggiornamento a causa di un aggiornamento, Cache nel ruolo tenta di spostare i dati negli altri nodi del cluster prima che il nodo in questione venga disconnesso. Se la capacità negli altri nodi non è sufficiente per rilevare il carico aggiuntivo, è possibile che non vengano trasferiti negli altri nodi tutti gli elementi memorizzati nella cache. Per impostazione predefinita, Mantieni i dati tra gli aggiornamenti di Azure è impostato su nel foglio di calcolo per la pianificazione della capacità. Se viene impostato su No, i requisiti di capacità del ruolo saranno inferiori. Quando Mantieni i dati tra gli aggiornamenti di Azure è impostato su , la guida riserva capacità aggiuntiva pari all'ammontare corrispondente a un dominio di aggiornamento. Per altre informazioni sui domini di aggiornamento, vedere Aggiornare un servizio di Azure.

noteNota
Se un nodo viene disattivato a causa di un errore o a seguito della riduzione del numero di istanze di ruolo a causa di una modifica di configurazione, i dati della cache non vengono spostati negli altri nodi. Cache nel ruolo sposta i dati negli altri nodi solo quando l'arresto è pianificato. È possibile abilitare la disponibilità elevata per creare copie di backup dei dati della cache nell'eventualità che si verifichi un errore in un nodo. Per altre informazioni, vedere Disponibilità elevata (Cache nel ruolo per Cache di Azure).

Numero domini di aggiornamento fa riferimento al numero di domini di aggiornamento per il ruolo che ospita il cluster di cache. È possibile consentire al foglio di calcolo per la pianificazione della capacità di proporre un numero di domini di aggiornamento per il cluster di cache oppure impostare tale valore. L'impostazione predefinita è Impostato dalla pianificazione. Quando è selezionato Impostato dalla pianificazione, il foglio di calcolo per la pianificazione della capacità inserisce una proposta nella colonna Domini di aggiornamento della sezione Output: configurazioni possibili. Quando il numero di domini di aggiornamento viene specificato manualmente in Numero domini di aggiornamento, il valore specificato viene visualizzato nella sezione Output. Per altre informazioni sui domini di aggiornamento, vedere Aggiornare un servizio di Azure.

Dopo la configurazione degli input, lo strumento fornisce delle proposte nella sezione Output: configurazioni possibili. In questo esempio, la configurazione consigliata è una macchina virtuale di dimensioni Medium con 3 istanze di ruolo e un numero di domini di aggiornamento pari a 3. In aggiunta alla configurazione consigliata, nella sezione Output: configurazioni possibili sono indicate le impostazioni richieste quando viene scelta una delle altre dimensioni per la macchina virtuale.

Se le dimensioni medie degli oggetti presenti nella cache sono inferiori a 2000, la guida per la pianificazione della capacità visualizza una colonna CacheDataSize (MB)* e una nota nella sezione Output.

Impostazioni cache di pianificazione della capacità della cache dedicata
noteNota
Il collegamento visualizzato nella sezione Output rimanda all'argomento Considerazioni sulla pianificazione della capacità attualmente visualizzato.

Se viene visualizzato questo messaggio, creare nel progetto di ruolo un file XML denominato CacheSettings.xml e aggiungere una sezione dataCache contenente l'impostazione CacheDataSize (MB) della sezione Output attenendosi alla procedura riportata di seguito.

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul ruolo di progetto che ospita il cluster di cache in Esplora soluzioni e scegliere Aggiungi, Nuovo elemento. Selezionare File XML nel riquadro Modelli, digitare CacheSettings.xml nella casella Nome e fare clic su Aggiungi.

  2. Copiare lo snippet XML riportato di seguito e incollarlo nel file CacheSettings.xml.

    <?xml version="1.0" encoding="utf-8" ?>
    <configuration>
      <configSections>
        <section name="dataCache" type="Microsoft.ApplicationServer.Caching.DataCacheSection, Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core" allowLocation="true" allowDefinition="Everywhere" />
      </configSections>
      <dataCache size="Small">
        <advancedProperties>
          <memoryPressureMonitor cacheUserDataSizePerNode="[CacheDataSize (MB) Setting]" />
        </advancedProperties>
      </dataCache>
    </configuration>
    
    Sostituire [CacheDataSize (MB) Setting] con l'impostazione della colonna CacheDataSize (MB) corrispondente alla dimensione della macchina virtuale. Il seguente esempio usa 2088.

    <?xml version="1.0" encoding="utf-8" ?>
    <configuration>
      <configSections>
        <section name="dataCache" type="Microsoft.ApplicationServer.Caching.DataCacheSection, Microsoft.ApplicationServer.Caching.Core" allowLocation="true" allowDefinition="Everywhere" />
      </configSections>
      <dataCache size="Small">
        <advancedProperties>
          <memoryPressureMonitor cacheUserDataSizePerNode="2088" />
        </advancedProperties>
      </dataCache>
    </configuration>
    
    ImportantImportante
    Non modificare altre impostazioni di questo snippet, ad esempio l'attributo dataCache size. L'attributo dataCache size non specifica la dimensione del ruolo VM usato per il cluster di cache e deve essere impostato su Small.

    Il file CacheCluster.xml verrà distribuito insieme all'applicazione e contiene la configurazione necessaria.

Per usare il foglio di lavoro Pianificazione - Ruolo dedicato, immettere i valori corrispondenti ai propri requisiti di memorizzazione nella cache nella sezione Input. Usare le proposte consigliate come punto di partenza per configurare il cluster di cache. Per configurare una cache basata su ruolo dedicato, aggiungere un Ruolo di lavoro cache al progetto e configurare le proprietà del cluster di cache. Per un esempio di configurazione di un cluster di cache basata su ruolo dedicato, vedere Procedura: Configurare un cluster di cache per Cache nel ruolo (Cache di Azure).

Il foglio di lavoro Co-located Role – Planner è il secondo del foglio di calcolo per la pianificazione della capacità e consente di determinare le impostazioni per un cluster di cache basata su Co-located Role. In un cluster di cache basata su ruolo con risorse condivise, le risorse delle istanze di ruolo (memoria, CPU e larghezza di banda) sono condivise tra la memorizzazione nella cache e l'applicazione.

Pianificazione della capacità della cache con percorso condiviso

Per usare il foglio di lavoro Co-Located Role – Planner, immettere la configurazione del ruolo nella sezione Input: configurazione cluster. In Dimensioni macchina virtuale immettere le dimensioni della macchina virtuale che ospita il ruolo e specificare il numero di istanze di ruolo in Numero di istanze della macchina virtuale. Immettere la dimensione desiderata per la cache in Dati utente da archiviare nella cache e specificare l'impostazione desiderata in Disponibilità elevata abilitata. Immettere Yes se si desidera abilitare la disponibilità elevata, altrimenti No. In questo esempio, la macchina virtuale è di dimensioni medie con 3 istanze di ruolo e la dimensione desiderata della cache è di 1500 MB, senza disponibilità elevata.

Dopo avere configurato gli input, lo strumento fornisce una raccomandazione sulla fattibilità dell'hosting del cluster di cache desiderato nelle istanze di ruolo esistenti, oltre all'impostazione da usare per il dispositivo di scorrimento Dimensioni cache nella scheda Caching delle proprietà del ruolo. Il risultato è riportato nella sezione Output: fattibilità e impostazioni. In questo esempio, il valore di Dimensioni cache (%) sarebbe pari al 30%, con la percentuale rimanente usata dal sistema operativo e da altri processi. Se la dimensione desiderata per la cache non è fattibile nella configurazione di ruolo corrente, è possibile modellare altre configurazioni modificando le dimensioni della macchina virtuale, il numero di istanze di ruolo e le dimensioni della cache, fino a individuare una configurazione in linea con le esigenze dell'applicazione.

Proprietà del ruolo di memorizzazione nella cache

Per usare il foglio di lavoro Pianificazione - Ruolo con risorse condivise, immettere i valori corrispondenti ai propri requisiti di memorizzazione nella cache nella sezione Input: configurazione cluster. Usare le raccomandazioni nella sezione di output come punto di partenza per determinare la configurazione del cluster di cache.

noteNota
Il carico che una cache basata su risorse condivise può reggere dipende dalla quantità di larghezza di banda/CPU disponibile per la memorizzazione nella cache, dopo avere tenuto conto dell'uso di larghezza di banda e CPU da parte dell'applicazione principale. Durante il test devono essere verificate le prestazioni sia della cache che dell'applicazione principale.

Dopo avere determinato la configurazione del cluster di cache, quest'ultimo può essere configurato nelle pagine delle proprietà per il ruolo. Per un esempio di configurazione di un cluster di cache basata su ruolo con risorse condivise, vedere Procedura: Configurare un cluster di cache per Cache nel ruolo (Cache di Azure).

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft