VENDITE: 1-800-867-1389

Hosting di Cache nel ruolo in ruoli esistenti (Cache di Azure)

Aggiornamento: settembre 2014

noteNota
Per indicazioni sulla scelta dell'offerta di Cache di Azure più adatta alla propria applicazione, vedere Qual è l'offerta di Cache di Azure più adatta alle mie esigenze?.

Questo argomento illustra la capacità di ospitare Cache nel ruolo nei ruoli di esistenti nell'applicazione. In questo contesto, un ruolo esistente si riferisce a un ruolo Web o di lavoro usato anche per un altro codice dell'applicazione o per altri servizi. Questa topologia di memorizzazione nella cache viene anche definita con risorse condivise poiché la cache si trova in ruoli che hanno anche altre funzioni.

Per un esempio d'uso della topologia con risorse condivise scaricabile, vedere la pagina dell'esempio di memorizzazione nella cache dello stato della sessione e dell'output in Caching.

Ciascun ruolo di può essere eseguito su una o più istanze. Ciascuna delle macchine virtuali che ospita tali istanze di ruolo ha una quantità specifica di risorse fisiche, ad esempio di memoria. Questi valori sono determinati dall'impostazione relativa alla dimensione della macchina virtuale. La cache viene abilitata con risorse condivise in un ruolo esistente quando si specifica la percentuale di memoria da usare in ciascuna macchina virtuale per memorizzazione nella cache.

TipSuggerimento
Anche se viene specificata solo la memoria, memorizzazione nella cache usa altre risorse fisiche, ad esempio il processore e le risorse di rete.

I seguenti passaggi descrivono come abilitare Cache nel ruolo in un ruolo con risorse condivise in Visual Studio.

  1. In Esplora soluzioni individuare la cartella Ruoli. Fare doppio clic sul ruolo da usare per Cache nel ruolo.

  2. Nella finestra delle proprietà passare alla scheda Caching.

  3. Selezionare la casella di controllo Abilita Caching.

  4. Selezionare il pulsante di opzione Ruolo con risorse condivise, quindi configurare il dispositivo di scorrimento Dimensione cache (%). La seguente schermata mostra le impostazioni nella finestra di dialogo.

    Finestra delle proprietà di memorizzazione nella cache con percorso condiviso
  5. Fare clic sul pulsante con i tre puntini per selezionare un account di archiviazione per mantenere lo stato di runtime del cluster di cache.

  6. Configurare quindi le impostazioni per la cache default oppure creare nuove cache denominate.

Le seguenti linee guida sono valide per l'architettura di Cache nel ruolo con risorse condivise:

  1. Usare i dati di diagnostica per determinare la corretta percentuale di memoria da allocare per memorizzazione nella cache. Includere i dati dei contatori delle prestazioni sulla memoria e sulla CPU per le istanze della macchina virtuale in esecuzione in condizioni di carico di lavoro previsto. La quantità di memoria disponibile per l'esecuzione delle istanze di ruolo è determinata dalle dimensioni della macchina virtuale (Dimensioni macchina virtuale) e dalla memoria usata dal sistema operativo e altri servizi delle applicazioni in esecuzione sul ruolo. Per informazioni su come impostare correttamente il valore di Dimensione cache (%), vedere Considerazioni sulla pianificazione della capacità per Cache nel ruolo (Cache di Azure).

  2. Una topologia con risorse condivise non è consigliata nei seguenti casi:

    • Dimensione della cache maggiore di 1,5 GB

    • Cluster di cache con oltre 400 transazioni di memorizzazione nella cache al secondo per istanza di ruolo

    • Cluster di cache con un uso della larghezza di banda per le operazioni di memorizzazione nella cache superiore a 1,2 MB al secondo per istanza di ruolo

    ImportantImportante
    Le metriche riportate in questa sezione forniscono alcune linee guida generali per la scelta della topologia di distribuzione di memorizzazione nella cache. È responsabilità dell'utente verificare e monitorare il servizio cloud per assicurarsi che sia conforme ai propri requisiti. Se si verificano problemi di memoria insufficiente o si riscontra un numero eccessivo di condizioni di errore temporanee, sono disponibili due soluzioni correttive. È possibile aumentare il numero di istanze in esecuzione per il ruolo che ospita memorizzazione nella cache oppure passare da una topologia con risorse condivise a una topologia basata su ruolo dedicato. Per altre informazioni sulla risoluzione dei problemi, vedere Diagnostica e risoluzione dei problemi di Cache nel ruolo (Cache di Azure).

  3. Se si esegue la migrazione da Shared Caching a memorizzazione nella cache basato su ruoli, l'architettura con risorse condivise può agevolare questa transizione. In questo scenario, non è necessario aggiungere nuovi ruoli alla distribuzione esistente, ma piuttosto abilitare memorizzazione nella cache su qualsiasi ruolo Web o di lavoro esistente nel servizio. Tuttavia, in base alle linee guida di questa sezione, può risultare vantaggioso aggiungere un nuovo ruolo dedicato per memorizzazione nella cache. Per altre informazioni su questo scenario, vedere Eseguire la migrazione da Shared Caching di Azure a Cache nel ruolo.

  4. Per ciascun servizio cloud è supportato un unico cluster di cache.

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft