VENDITE: 1-800-867-1389

Installare l'agente Windows Azure Backup e caricare il certificato

Pubblicato: febbraio 2012

Aggiornamento: aprile 2014

Si applica a: Windows Server 2008 R2 with SP1, Windows Server 2012

Nei Servizi di ripristino di Windows Azure è incluso un insieme di credenziali per il backup che è possibile utilizzare per archiviare i backup dal server. Per eseguire il backup di un server, è necessario installare un agente da utilizzare nella console di gestione per configurare gli elementi da proteggere. In questo argomento viene descritta la procedura per l'installazione di Agente di backup di Azure utilizzato con Windows Server.

Contenuto del documento

L'installazione di Agente di backup di Azure richiede le seguenti condizioni:

  • Windows Identity Framework

  • Windows PowerShell

Agente di backup di Azure è un componente aggiuntivo che può essere installato nei server in cui è in esecuzioneWindows Server 2012 R2, Windows Server 2012 o Windows Server 2008 R2 SP1. È disponibile anche un'estensione per i clienti che eseguono che viene installata separatamente. In Agente di backup di Azure è disponibile l'interfaccia utente dello snap-in MMC da utilizzare durante la pianificazione dei backup e il recupero del contenuto. Vengono inoltre installati i cmdlet di backup online per Windows PowerShell.

  1. Il modo più semplice per scaricare l'agente Windows Azure Backup è accedere al portale di gestione di Windows Azure.

  2. Accedere all'account.

  3. Fare clic su Servizi di ripristino. Se è già stato creato un insieme di credenziali per il backup, fare clic sul relativo nome per visualizzare il dashboard dell'insieme di credenziali per il backup. In caso contrario, fare clic su Nuovo e Crea un insieme di credenziali per il backup utilizzando la procedura guidata Avvio rapido.

  4. Fare clic su Scarica agente.

  5. Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui è possibile selezionare l'agente appropriato da scaricare. Si verrà reindirizzati all'Area download Microsoft per scaricare il software dell'agente.

    1. Agente per Windows Server 2012 e System Center 2012 SP1 - Data Protection Manager

    2. Agente per Windows Server 2012 Essentials

    ImportantImportante
    Se si utilizzerà Windows Azure Backup con il server DPM, accertarsi di installare l'aggiornamento cumulativo 2 per System Center Data Protection Manager SP1 prima di installare l'agente Windows Azure Backup. Per i dettagli completi su questo aggiornamento, vedere Aggiornamento cumulativo 2 per System Center Data Protection Manager SP1. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di Backup di Microsoft Azure con Windows Server 2012 Essentials, vedere Windows Server 2012 Essentials.

  6. Fare clic sul collegamento Agente per Windows Server 2012 e System Center 2012 SP1 - Data Protection Manager per accedere al percorso di download per Agente di backup di Azure.

  7. Scaricare Agente di backup di Azure. Prendere nota del percorso in cui è stato scaricato il file WABInstaller.exe. Una volta che l'agente è installato, è possibile utilizzare l'interfaccia di gestione locale appropriata (ad esempio lo snap-in di Microsoft Management Console, la console System Center Data Protection Manager o il dashboard di Windows Server Essentials) per configurare i criteri di backup per il server.

    noteNota
    Se nel server è in esecuzione Windows Server 2012 Essentials, vedere Installazione dell'agente Windows Azure Backup per Windows Server 2012 Essentials

Se il software necessario elencato in precedenza non è già installato nel server, verrà installato e abilitato durante l'installazione di Agente di backup di Azure. Inoltre, il server in cui si installa Agente di backup di Azure deve disporre di uno spazio disponibile di archiviazione locale sufficiente per il percorso della cache, che deve essere stimato nel 10% della quantità di dati da sottoporre a backup.

Per installare Agente di backup di Azure, eseguire il programma di installazione WABInstaller.exe. Non è richiesto un riavvio per completare l'installazione nella maggior parte dei casi. Le autorizzazioni amministrative sono necessarie per installare Agente di backup di Azure. Se si installa Agente di backup di Azure in più server, è possibile inserire il file del programma di installazione in un percorso di rete condiviso oppure utilizzare Criteri di gruppo o i prodotti di gestione come Microsoft System Center Configuration Manager per eseguire l'installazione.

noteNota
L'utilizzo di Backup di Microsoft Azure non richiede l'installazione di Windows Server Backup. Tuttavia, i due metodi di backup sono complementari. Windows Server Backup consente di eseguire attività quali il ripristino bare metal e il ripristino dello stato del sistema, che non sono disponibili se si utilizza Backup di Microsoft Azure.

Per completare l'installazione tramite l'interfaccia della riga di comando, vedere la sezione Installazione dalla riga di comando.

  1. Accedere al server utilizzando un account amministratore del computer locale, quindi eseguire WABInstaller.exe.

  2. Viene visualizzata la pagina Nota supplementare per il servizio. Fare clic su Accetta termini e condizioni del contratto di assistenza, quindi fare clic su OK per continuare l'installazione.

  3. Verrà visualizzata la pagina Controllo dei prerequisiti ed eventuale software necessario mancante verrà selezionato per l'installazione. Fare clic su Avanti per approvare l'installazione del software necessario e continuare l'installazione.

  4. Verrà visualizzata la pagina Impostazioni di installazione. In questa pagina scegliere la Cartella di installazione e il Percorso cache per Backup di Microsoft Azure. Per impostazione predefinita la cartella di installazione sarà <system drive>:\Program Files\Windows Azure Backup Agent. Se si fa clic su Sfoglia, è possibile esplorare e scegliere un nuovo percorso in cui creare la cartella Windows Azure Backup.

    Per impostazione predefinita la cartella del percorso cache sarà <system drive>:\Program Files\Windows Azure Backup Agent. Nel percorso cache tramite il processo di installazione verrà creata una cartella denominata Scratch nella cartella Windows Azure Backup Agent. Il percorso della cache deve disporre di uno spazio disponibile equivalente al 10% della quantità di dati da sottoporre a backup. Se, ad esempio, si prevede di utilizzare Backup di Microsoft Azure per eseguire il backup di 500 GB di dati, sarà necessario allocare circa 50 GB di spazio disponibile per la cartella Scratch. Solo gli amministratori di sistema locali e i membri del gruppo Administrators dispongono dell'accesso alla cartella Scratch per impedire gli attacchi Denial of Service. Fare clic su Installa dopo aver identificato le cartelle che verranno utilizzate da Agente di backup di Azure.

    WarningAvviso
    Se si reinstalla Agente di backup di Azure, è consigliabile utilizzare lo stesso percorso cache dell'installazione precedente.

  5. Se gli aggiornamenti automatici nel server non sono stati abilitati, viene visualizzata la pagina Consenso esplicito per Microsoft Update in cui è possibile abilitare Microsoft Update. Le impostazioni di Microsoft Update riguardano tutti gli aggiornamenti dei prodotti Microsoft e non sono specifiche di Agente di backup di Azure. Fare clic su Avanti per continuare.

  6. Verrà visualizzata la pagina Installazione. All'avvio dell'installazione viene visualizzato un indicatore di stato dell'installazione. Al termine dell'installazione, verrà visualizzato un messaggio che indica che Agente di backup di Azure è stato installato correttamente. A questo punto, è possibile scegliere di verificare la presenza di aggiornamenti. È consigliabile consentire la verifica degli aggiornamenti.

  7. Scegliere Fine. Se è stata selezionata la verifica degli aggiornamenti, Internet Explorer verrà avviato automaticamente e verrà verificata la presenza di aggiornamenti. Dopo l'installazione di tutti gli aggiornamenti, è possibile avviare la configurazione di Agente di backup di Azure.

A questo punto è possibile avviare la console di gestione di Backup di Microsoft Azure dal menu Start, dall'icona sul desktop o nello snap-in MMC di Windows Server Backup. Vengono installati anche i cmdlet di Windows PowerShell per Azure Backup in modo da poter iniziare a utilizzare Windows PowerShell insieme a Backup di Microsoft Azure.

  1. Aprire un prompt dei comandi con privilegi di amministratore.

  2. Passare al percorso in cui è stato scaricato il file del programma di installazione.

  3. Digitare wabinstaller.exe, quindi aggiungere i parametri di opzione in modo appropriato per l'ambiente in uso. I parametri delle opzioni sono i seguenti:

    noteNota
    Se non viene specificato alcun parametro, vengono utilizzati tutti i valori predefiniti per completare l'installazione.

    • /q   Installazione non interattiva. Non verranno visualizzati altri prompt. Per tutti i parametri non specificati si utilizzeranno i valori predefiniti.

      Esempio: wabinstaller.exe /q

    • /p:<posizione>   Digitare il percorso della cartella di installazione che verrà utilizzata da Backup di Microsoft Azure. Se questo parametro non è stato specificato, la cartella di installazione sarà <systemdrive>:\Program Files\Windows Azure Backup Agent.

      Esempio: wabinstaller.exe /p:"D:\installlocation"

    • /s:<posizione>   Digitare il percorso della cartella che si desidera utilizzare per il percorso cache (cartella Scratch). Se questo parametro non è stato specificato, la cartella del percorso cache sarà <systemdrive>:\Program Files\Windows Azure Backup Agent\Scratch.

      Esempio: wabinstaller.exe /s:"D:\scratchpath"

    • /m   Questo parametro viene utilizzato per dare il consenso esplicito per Microsoft Update e abilitare gli aggiornamenti automatici. Se questo parametro non è stato specificato, l'impostazione Aggiornamenti automatici nel server non verrà modificata.

    • /nu   Tramite questo parametro il server viene impostato in modo da non verificare la presenza di aggiornamenti al termine dell'installazione. Se questo parametro non è stato specificato, si verificheranno automaticamente gli aggiornamenti dopo aver completato l'installazione.

    • /d   Rimuove Agente di backup di Azure dal server.

Prima di poter utilizzare Windows Azure Backup, è necessario caricare un certificato pubblico per identificare l'insieme di credenziali per il backup. Il certificato privato deve essere installato nell'archivio certificati del server che verrà protetto con il servizio di backup di Windows Azure

Per preparare il certificato

Per registrare correttamente un server, è necessario disporre di un certificato x.509 v3 per registrare i server con gli insiemi di credenziali di Servizi di ripristino. Il certificato deve disporre di una chiave lunga almeno 2048 bit e deve trovarsi nell'archivio certificati Personale del computer locale. Nel certificato che viene installato nel server deve essere presente la relativa chiave privata. Per caricare il certificato nel portale di gestione di Windows Azure, è necessario esportare la chiave pubblica come file di formato cer.

È possibile utilizzare:

  • Il proprio certificato autofirmato creato utilizzando lo strumento Makecert o

  • Qualsiasi certificato SSL valido rilasciato da un'Autorità di certificazione (CA, Certification Authority) considerata attendibile da Microsoft e i cui certificati radice vengono distribuiti attraverso il programma Microsoft Root Certificate. Per ulteriori informazioni su questo programma, vedere http://support.microsoft.com/kb/931125.

Altri attributi di cui è necessario accertarsi nei certificati sono:

  • È associato a un valore EKU ClientAuthentication valido

  • Ha un periodo di validità non superiore ai 3 anni

Per utilizzare il proprio certificato autofirmato, effettuare le operazioni seguenti:

  1. Scaricare Windows Software Development Kit (SDK) per Windows 8 per ottenere lo strumento di creazione del certificato (makecert.exe).

    noteNota
    Makecert.exe è incluso nell'opzione .NET Framework 4.5 Software Development Kit. È possibile installare solo tale parte dell'SDK per ridurre la quantità di spazio richiesto.

  2. Aprire un prompt dei comandi (cmd.exe) con privilegi di amministratore ed eseguire il comando seguente, sostituendo CertificateName con il nome del certificato e endofvalidityperiod con la data di scadenza del certificato nel formato mm/gg/aaaa: makecert.exe -r -pe -n CN=<CertificateName> -ss my -sr localmachine -eku 1.3.6.1.5.5.7.3.2  -e <endofvalidityperiod>  -len 2048 "<CertificateName>.cer"

    Per ulteriori informazioni sui parametri supportati da questo strumento, vedere MakeCert.

Se si registrerà un server differente rispetto a quello utilizzato per creare il certificato, è necessario esportare il file con estensione pfx (contenente la chiave privata), copiarlo nell'altro server e importarlo nell'archivio certificati Personale del server in questione.

  1. Nella schermata Start digitare mmc.exe per avviare Microsoft Management Console.

  2. Nel menu File fare clic su Aggiungi/Rimuovi snap-in. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi o rimuovi snap-in.

  3. In Snap-in disponibili fare clic su Certificati, quindi su Aggiungi.

  4. Selezionare Account del computer, quindi fare clic su Avanti.

  5. Selezionare Computer locale, quindi fare clic su Fine.

  6. Nell'albero della console di Microsoft Management Console espandere Certificati, quindi Personale.

  7. Nel riquadro dei dettagli fare clic sul certificato che si desidera gestire.

  8. Nel menu Azione scegliere Tutte le attività, quindi fare clic su Esporta. Verrà visualizzata l'Esportazione guidata certificati. Fare clic su Avanti.

  9. Nella pagina Esportazione della chiave privata con il certificato fare clic su Esporta la chiave privata. Fare clic su Avanti.

  10. Nella pagina Formato file di esportazione selezionare Scambio di informazioni personali – PKCS #12 (*.PFX). Fare clic su Avanti.

  11. Nella pagina Password digitare e confermare la password utilizzata per crittografare la chiave privata. Fare clic su Avanti.

  12. Seguire le pagine della procedura guidata per esportare il certificato in formato PFX.

  1. Copiare i file del certificato di chiave privata (con estensione pfx) in un percorso nel server locale.

  2. Nella schermata Start digitare mmc.exe, quindi premere Enter per aprire Microsoft Management Console.

  3. Nel menu File di Microsoft Management Console fare clic su Aggiungi/Rimuovi snap-in.

  4. Nella finestra di dialogo Aggiungi/Rimuovi snap-in selezionare Certificati, quindi fare clic su Aggiungi.

  5. Verrà aperta la finestra di dialogo Snap-in certificato; selezionare Account del computer, quindi fare clic su Avanti.

  6. Selezionare Computer locale, quindi fare clic su Fine.

  7. Viene nuovamente visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi/Rimuovi snap-in, quindi fare clic su OK.

  8. In Microsoft Management Console espandere Certificati, fare clic con il pulsante destro del mouse su Personale, scegliere Tutte le attività, quindi fare clic su Importa per avviare l'Importazione guidata certificati.

  9. Nella pagina di benvenuto dell'Importazione guidata certificati fare clic su Avanti.

  10. Nella pagina File da importare fare clic su Sfoglia e individuare la cartella contenente il file del certificato con estensione pfx in cui è incluso il certificato che si desidera importare. Selezionare il file appropriato, quindi fare clic su Apri.

  11. Nella casella Password della pagina corrispondente digitare la password per il file di chiave privata specificato nella procedura precedente, quindi fare clic su Avanti.

  12. Nella pagina Archivio certificati selezionare Mettere tutti i certificati nel seguente archivio, fare clic su Sfoglia, selezionare l'archivio Personale, fare clic su OK, quindi su Avanti.

  13. Nella pagina Completamento dell'Importazione guidata certificati fare clic su Fine.

  1. Accedere al portale di gestione.

  2. Fare clic su Servizi di ripristino, quindi fare clic sul nome dell'insieme di credenziali per il backup che verrà identificato dal certificato, quindi fare clic su Gestisci certificato.

  3. Nella finestra di dialogo Gestisci certificato selezionare Sfoglia il computer e individuare il certificato pubblico che si desidera caricare.

  4. Selezionare il segno di spunta per avviare il processo di caricamento.

Una volta completato correttamente il caricamento del certificato, l'identificazione digitale e la data di scadenza del certificato saranno visualizzate nel dashboard. A questo punto, è possibile utilizzare Agente di backup di Azure per registrare il server con l'insieme di credenziali per il backup. Continuare con lo scenario Registrazione di server con Windows Azure Backup.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft