VENDITE: 1-800-867-1389

Configurare il bilanciamento del carico delle prestazioni

Aggiornamento: novembre 2014

Gestione traffico di Microsoft Azure

Per bilanciare il carico di servizi cloud e siti Web (endpoint) che si trovano in più data center (noti anche come regioni) a livello globale, è possibile indirizzare il traffico in ingresso proveniente dal client che effettua la richiesta all'endpoint con latenza più bassa. In genere, il data center con latenza più bassa corrisponde a quello più vicino in termini di distanza geografica. Il metodo di bilanciamento del carico Prestazioni consente di distribuire il traffico in base alla latenza più bassa, ma non è in grado di tenere conto delle modifiche in tempo reale apportate al carico o alla configurazione della rete. Per altre informazioni sui diversi metodi di bilanciamento del carico forniti da Gestione traffico di Azure, vedere Informazioni sui metodi di bilanciamento del carico di Gestione traffico.

  1. Nel riquadro sinistro del portale di gestione fare clic sull'icona Gestione traffico per aprire il relativo riquadro. Se non è ancora stato creato il profilo di Gestione traffico, vedere Creare un profilo di Gestione traffico mediante Creazione rapida per i passaggi necessari per la creazione di un profilo di base di Gestione traffico.

  2. Nel riquadro di Gestione traffico nel portale di gestione individuare il profilo di Gestione traffico in cui sono contenute le impostazioni che si desidera modificare, quindi fare clic sulla freccia a destra del nome del profilo. Verrà aperta la pagina delle impostazioni per il profilo.

  3. Nella parte superiore della pagina del profilo fare clic su Endpoint e verificare che siano presenti gli endpoint servizio che si desidera includere nella configurazione. Per i passaggi necessari per aggiungere o rimuovere endpoint dal profilo, vedere Aggiungere o eliminare endpoint.

  4. Nella parte superiore della pagina del profilo fare clic su Configura per aprire la pagina di configurazione.

  5. Per le impostazioni del metodo di bilanciamento del carico, verificare che il metodo sia Prestazioni. In caso contrario, fare clic su Prestazioni nell'elenco a discesa.

  6. Verificare che le impostazioni di monitoraggio siano configurate correttamente. Tramite il monitoraggio viene assicurato il mancato invio di traffico agli endpoint offline. Per monitorare gli endpoint, è necessario specificare un percorso e un nome file. Si noti che la barra ("/") è una voce valida per il percorso relativo e implica che il file si trovi nella directory radice (impostazione predefinita). Per altre informazioni sul monitoraggio, vedere Informazioni sul monitoraggio di Gestione traffico.

  7. Una volta completate le modifiche di configurazione, fare clic su Salva nella parte inferiore della pagina.

  8. Verificare le modifiche apportate alla configurazione. Per altre informazioni, vedere Test delle impostazioni di Gestione traffico.

  9. Dopo avere impostato e verificato il funzionamento del profilo di Gestione traffico, modificare il record DNS sul server DNS autorevole per fare in modo che il nome del dominio aziendale punti al nome di dominio di Gestione traffico. Per altre informazioni su come eseguire l'operazione, vedere Puntare un dominio Internet della società a un dominio di Traffic Manager.

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft