VENDITE: 1-800-867-1389

Abilitazione e configurazione di Analisi archiviazione

Aggiornamento: novembre 2013

In questo argomento viene descritto come abilitare e configurare Analisi archiviazione per un servizio di archiviazione.

Per utilizzare Analisi archiviazione, è necessario abilitarlo per ogni servizio che si desidera monitorare. È possibile abilitarlo dal Portale di gestione di Windows Azure; per informazioni dettagliate, vedere la pagina relativa al monitoraggio di un account di archiviazione. È inoltre possibile abilitare Analisi archiviazione a livello di programmazione tramite l'API REST o la libreria client. Utilizzare Get Blob Service Properties (API REST), Get Queue Service Properties (API REST) e Get Table Service Properties (API REST) per abilitare Analisi archiviazione per ogni servizio.

Nell'esempio seguente Analisi archiviazione viene abilitata per il servizio tabelle di un account fittizio denominato myaccount.

  1. Configurare l'URI della richiesta e le intestazioni in base agli esempi seguenti. Il metodo HTTP È PUT ed è necessario applicare uno schema di autenticazione per firmare la richiesta. Per ulteriori informazioni sulla firma della richiesta, vedere Autenticazione per i servizi di archiviazione di Azure.



    PUT https://myaccount.table.core.windows.net/?restype=service&comp=properties HTTP/1.1
    x-ms-version: 2013-08-15
    x-ms-date: Wed, 23 Oct 2013 04:28:19 GMT
    Authorization: SharedKey
    myaccount:Z1lTLDwtq5o1UYQluucdsXk6/iB7YxEu0m6VofAEkUE=
    Host: myaccount.table.core.windows.net
    
  2. La richiesta deve essere composta da un corpo contenente codice XML che verrà elaborato dal servizio di archiviazione e utilizzato per configurare Analisi archiviazione. Nell'esempio seguente viene abilitata la registrazione per le richieste di eliminazione e scrittura e vengono impostati criteri di conservazione di 7 giorni. Vengono abilitati i dati di metrica, vengono escluse le statistiche di riepilogo di livello API e vengono impostati criteri di conservazione di 7 giorni.



    <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
    <StorageServiceProperties>
        <Logging>
            <Version>1.0</Version>
                  <Delete>true</Delete>
            <Read>false</Read>
            <Write>true</Write>
            <RetentionPolicy>
                <Enabled>true</Enabled>
                <Days>7</Days>
            </RetentionPolicy>
        </Logging>
        <HourMetrics>
            <Version>1.0</Version>
            <Enabled>true</Enabled>
            <IncludeAPIs>false</IncludeAPIs>
            <RetentionPolicy>
                <Enabled>true</Enabled>
                <Days>7</Days>
            </RetentionPolicy>
        </HourMetrics>
        <MinuteMetrics>
            <Version>1.0</Version>
            <Enabled>true</Enabled>
            <IncludeAPIs>false</IncludeAPIs>
            <RetentionPolicy>
                <Enabled>true</Enabled>
                <Days>7</Days>
            </RetentionPolicy>
        </MinuteMetrics>
    …
    </StorageServiceProperties>
    
  3. Quando la richiesta viene inviata, si riceve una risposta che indica se Analisi archiviazione è stata configurata o meno. Se la risposta contiene il codice di stato HTTP 202 (Accettato), le impostazioni di Analisi archiviazione sono state aggiornate. La risposta di esempio seguente indica che le impostazioni sono state aggiornate:

    HTTP/1.1 202 Accepted
    Connection: Keep-Alive
    Transfer-Encoding: chunked
    Date: Wed, 23 Oct 2013 04:28:20 GMT
    Server: Windows-Azure-Table/1.0 Microsoft-HTTPAPI/2.0
    x-ms-request-id: cb939a31-0cc6-49bb-9fe5-3327691f2a30
    x-ms-version: 2013-08-15
    
    

Dopo avere abilitato Analisi archiviazione con la configurazione iniziale, è possibile ottenere le impostazioni correnti chiamando l'operazione Get Blob Service Properties (API REST)Get Table Service Properties (API REST) o Get Queue Service Properties (API REST).

Se si desidera modificare le impostazioni di Analisi archiviazione per un servizio di archiviazione, chiamare nuovamente l'operazione Set Blob Service Properties (API REST)Set Table Service Properties (API REST) o Set Queue Service Properties (API REST). Assicurarsi che il corpo della nuova richiesta XML contenga le opzioni di configurazione desiderate, ad esempio abilitando o disabilitando Analisi archiviazione e/o impostando criteri di conservazione per il servizio. Ogni volta che viene chiamata una di queste operazioni, le impostazioni del servizio applicabile cambiano immediatamente.

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft