VENDITE: 1-800-867-1389

Recuperare le proprietà del servizio cloud

Aggiornamento: aprile 2014

Tramite l'operazione Get Cloud Service Properties vengono recuperate le proprietà per il servizio cloud specificato. In queste proprietà sono inclusi i valori seguenti:

  • Nome e descrizione del servizio cloud.

  • Nome del gruppo di affinità a cui appartiene il servizio cloud o relativa posizione qualora non facesse parte di un gruppo di affinità.

  • Etichetta utilizzabile per tenere traccia del servizio cloud.

  • Data e ora di creazione o di modifica del servizio cloud.

  • Se i dettagli sono obbligatori, vengono restituite le informazioni sulle distribuzioni nel servizio cloud.

La richiesta di Get Cloud Service Properties può essere specificata come indicato di seguito. Sostituire <subscription-id> con l'ID sottoscrizione e <cloudservice-name> con il nome del servizio cloud.

 

Metodo URI della richiesta

GET

https://management.core.windows.net/<subscription-id>/services/hostedservices/<cloudservice-name>

È necessario verificare che la richiesta effettuata al servizio di gestione sia sicura. Per ulteriori dettagli, vedere Autenticazione di richieste di gestione dei servizi.

 

Parametro URI Descrizione

embed-detail=true

Facoltativo. Specifica che le proprietà devono essere restituite per tutte le distribuzioni nel servizio cloud. Il valore predefinito è false.

Nella tabella seguente vengono descritte le intestazioni delle richieste.

 

Intestazione della richiesta Descrizione

x-ms-version

Obbligatoria. Specifica la versione dell'operazione da utilizzare per questa richiesta. Questa intestazione deve essere impostata su 2009-10-01 o una versione successiva. Per ulteriori informazioni sulle intestazioni di controllo delle versioni, vedere Controllo delle versioni di gestione del servizio.

Nella risposta sono inclusi un codice di stato HTTP, un set di intestazioni per la risposta e il corpo di una risposta.

Un'operazione completata correttamente restituisce il codice di stato 200 (OK). Per informazioni sui codici di stato, vedere Codici di stato e di errore relativi alla gestione dei servizi.

Nella risposta per questa operazione sono incluse le intestazioni riportate di seguito; inoltre, possono essere incluse intestazioni HTTP standard aggiuntive. Tutte le intestazioni standard sono conformi alla specifica del protocollo HTTP/1.1.

 

Intestazione della risposta Descrizione

x-ms-request-id

Valore che identifica in modo univoco una richiesta effettuata nel servizio di gestione.

Di seguito è illustrato il formato base per il corpo della risposta quando la richiesta non include embed-detail:


<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
<HostedService xmlns="http://schemas.microsoft.com/windowsazure">
  <Url>hosted-service-url</Url>
  <ServiceName>hosted-service-name</ServiceName>
  <HostedServiceProperties>
    <Description>description</Description>
    <AffinityGroup>name-of-affinity-group</AffinityGroup> 
    <Location>location-of-service</Location >
    <Label>base-64-encoded-name-of-service</Label>
    <Status>current-status-of-service</Status>
    <DateCreated>creation-date-of-service</DateCreated>
    <DateLastModified>last-modification-date-of-service</DateLastModified>
    <ExtendedProperties>
      <ExtendedProperty>
        <Name>name-of-property</Name>
        <Value>value-of-property</Value>
      </ExtendedProperty>
    </ExtendedProperties>
    <GuestAgentType>type-of-guest-agent</GuestAgentType>
  </HostedServiceProperties>
  <DefaultWinRmCertificateThumbprint>thumbprint-of-winrm-certificate</DefaultWinRmCertificateThumbprint>
</HostedService>

Se embed-detail è impostato su true, vengono restituiti gli elementi seguenti:

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>
<HostedService xmlns="http://schemas.microsoft.com/windowsazure">
  <Url>hosted-service-url</Url>
  <ServiceName>hosted-service-name</ServiceName>
  <HostedServiceProperties>
    <Description>description-of-service</Description>
    <AffinityGroup>name-of-affinity-group</AffinityGroup>
    <Location>location-of-service</Location>
    <Label>base-64-encoded-name-of-service</Label>
    <Status>current-status-of-service</Status>
    <DateCreated>creation-date-of-service</DateCreated>
    <DateLastModified>last-modification-date-of-service</DateLastModified>
    <ExtendedProperties>
      <ExtendedProperty>
        <Name>name-of-property</Name>
        <Value>value-of-property</Value>
      </ExtendedProperty>
    </ExtendedProperties>
    <GuestAgentType>type-of-guest-agent</GuestAgentType>
  </HostedServiceProperties>
  <Deployments>
    <Deployment xmlns=”http://schemas.microsoft.com/windowsazure”>
      <Name>name-of-deployment</Name>
      <DeploymentSlot>current-deployment-environment</DeploymentSlot>
      <PrivateID>deployment-id</PrivateID>
      <Status>status-of-deployment</Status>
      <Label>base64-encoded-name-of-deployment</Label>
      <Url>deployment-url</Url>
      <Configuration>base-64-encoded-configuration-file</Configuration>
      <RoleInstanceList>
        <RoleInstance>
          <RoleName>name-of-role</RoleName>
          <InstanceName>name-of-role-instance</InstanceName>
          <InstanceStatus>status-of-role-instance</InstanceStatus>
          <InstanceUpgradeDomain>update-domain-of-role-instance</InstanceUpgradeDomain>
          <InstanceFaultDomain>fault-domain-of-role-instance</InstanceFaultDomain>
          <InstanceSize>size-of-role-instance</InstanceSize>
          <InstanceStateDetails>state-of-role-instance</InstanceStateDetails>
          <InstanceErrorCode>error-code-returned-for-role-instance</InstanceErrorCode>
          <IpAddress>ip-address-of-role-instance</IpAddress>
          <InstanceEndpoints>
            <InstanceEndpoint>
              <Name>name-of-endpoint</Name>
              <Vip>virtual-ip-address-of-instance-endpoint</Vip>
              <PublicPort>public-facing-port-of-instance-endpoint</PublicPort>
              <LocalPort>internal-facing-port-of-instance-endpoint</LocalPort>
              <Protocol>protocol-of-instance-endpoint</Protocol>
            </InstanceEndpoint>
          </InstanceEndpoints>
          <PowerState>state-of-role-instance</PowerState>
          <HostName>dns-name-of-service</HostName>
          <RemoteAccessCertificateThumbprint>cert-thumbprint-for-remote-access</RemoteAccessCertificateThumbprint>
        </RoleInstance>
      </RoleInstanceList>
      <UpgradeStatus>
        <UpgradeType>type-of-upgrade</UpgradeType>
        <CurrentUpgradeDomainState>status-of-current-upgrade</CurrentUpgradeDomainState>
        <CurrentUpgradeDomain>n</CurrentUpgradeDomain>
      </UpgradeStatus>
      <UpgradeDomainCount>number-of-upgrade-domains-in-deployment</UpgradeDomainCount>
      <RoleList>
        <Role>
          <RoleName>name-of-role</RoleName>
          <OSVersion>operating-system-version</OSVersion>
          <ConfigurationSets>
            <ConfigurationSet>
              <ConfigurationSetType>NetworkConfiguration</ConfigurationSetType>
              <InputEndpoints>
                <InputEndpoint>
                  <Port>port-number-of-input-endpoint-in-network</Port>
                  <Protocol>protocol-of-input-endpoint-in-network</Protocol>
                  <Vip>virtual-ip-address-of-input-endpoint-in-network</Vip>
                </InputEndpoint>
              </InputEndpoints>
            </ConfigurationSet>
          </ConfigurationSets>
        </Role>
        <Role>
          <RoleName>name-of-role</RoleName>
          <OSVersion>operating-system-version</OSVersion>
          <RoleType>PersistentVMRole</RoleType>
          <ConfigurationSets>
            <ConfigurationSet>
              <ConfigurationSetType>NetworkConfiguration</ConfigurationSetType>
              <InputEndpoints>
                <InputEndpoint>
                  <LoadBalancedEndpointSetName>name-of-load-balanced-endpoint-set</LoadBalancedEndpointSetName>
                  <LocalPort>internal-facing-port-of-input-endpoint</LocalPort>
                  <Name>name-of-input-endpoint</Name>
                  <Port>external-facing-port-of-input-endpoint</Port>
                  <LoadBalancerProbe>
                    <Path>path-of-probe</Path>
                    <Port>port-assigned-to-probe</Port>
                    <Protocol>protocol-of-probe-port</Protocol>
                  </LoadBalancerProbe>
                  <Protocol>protocol-of-input-endpoint</Protocol>
                  <Vip>virtual-ip-address-of-input-endpoint</Vip>
                </InputEndpoint>
              </InputEndpoints>
              <SubnetNames>
                <SubnetName>name-of-subnet</SubnetName>
              </SubnetNames>
            </ConfigurationSet>
          </ConfigurationSets>
          <AvailabilitySetName>name-of-availability-set</AvailabilitySetName>
          <DataVirtualHardDisks>
            <DataVirtualHardDisk>
              <HostCaching>host-caching-mode-of-data-disk</HostCaching>
              <DiskName>name-of-data-disk</DiskName>
              <Lun>logical-unit-number-of-data-disk</Lun>
              <LogicalDiskSizeInGB>size-of-data-disk</LogicalDiskSizeInGB>
              <MediaLink>path-to-vhd</MediaLink>
            </DataVirtualHardDisk>
          </DataVirtualHardDisks>
          <OSVirtualHardDisk>
            <HostCaching>host-caching-mode-of-os-disk</HostCaching>
            <DiskName>name-of-os-disk</DiskName>
            <MediaLink>path-to-vhd</MediaLink>
            <SourceImageName>image-used-to-create-os-disk</SourceImageName>
            <OS>operating-system-on-os-disk</OS>
          </OSVirtualHardDisk>
          <RoleSize>size-of-role-instance</RoleSize>
        </Role>
      </RoleList>
      <SdkVersion>sdk-version-used-to-create-package</SdkVersion>
      <Locked>status-of-deployment-write-allowed</Locked>
      <RollbackAllowed>rollback-operation-allowed</RollbackAllowed>
      <CreatedTime>time-of-deployment-creation</CreatedTime>
      <LastModifiedTime>time-of-last-deployment-modification</LastModifiedTime>
      <VirtualNetworkName>name-of-virtual-network</VirtualNetworkName>
      <Dns>
        <DnsServers>
          <DnsServer>
            <Name>name-of-dns-server</Name>
            <Address>address-of-dns-server</Address>
          </DnsServer>
        </DnsServers>
      </Dns>
      <ExtendedProperties>
        <ExtendedProperty>
          <Name>name-of-property</Name>
          <Value>value-of-property</Value>
        </ExtendedProperty>
      </ExtendedProperties>
      <PersistentVMDowntime>
        <StartTime>start-of-downtime</StartTime>
        <EndTime>end-of-downtime</EndTime>
        <Status>status-of-downtime</Status>
      </PersistentVMDowntime>
      <VirtualIPs>
        <VirtualIP>
          <Address>virtual-ip-address-of-deployment</Address>
        </VirtualIP>
      </VirtualIPs>
    </Deployment>
  </Deployments>
  <DefaultWinRmCertificateThumbprint>thumbprint-of-winrm-certificate</DefaultWinRmCertificateThumbprint>
</HostedService>

Nella tabella seguente vengono descritti gli elementi nel corpo della risposta.

 

Nome elemento Descrizione

URL

Specifica l'URL assegnato al servizio cloud.

ServiceName

Specifica il nome del servizio cloud. Questo nome è il nome del prefisso DNS e può essere utilizzato per accedere al servizio cloud.

Se ad esempio il nome del servizio cloud è MyService, è possibile accedere al servizio cloud chiamando: http://MyService.cloudapp.net

HostedServiceProperties

Specifica le proprietà assegnate al servizio cloud.

DefaultWinRmCertificateThumbprint

Specifica l'identificazione digitale del certificato SSL generato quando WinRM è stato definito con un listener HTTPS e un certificato non è stato incluso nella definizione. Il valore di questa proprietà è di sola lettura e non viene modificato se un'istanza del ruolo in esecuzione viene aggiornata per utilizzare un nuovo certificato SSL.

Distribuzioni

Specifica le distribuzioni nel servizio cloud.

Specifica le proprietà assegnate al servizio cloud.

 

Nome elemento Descrizione

Descrizione

Specifica la descrizione del servizio cloud.

AffinityGroup

Specifica il nome del gruppo di affinità a cui è associato il servizio cloud. Se il servizio cloud è associato a un gruppo di affinità, l'elemento Location non viene restituito.

Posizione

Specifica la posizione geografica del servizio cloud in Azure, se il servizio cloud non è associato a un gruppo di affinità. Se è stata specificata una posizione, l'elemento AffinityGroup non viene restituito.

Label

Specifica l'identificatore con codifica Base 64 del servizio cloud. Questa etichetta può essere utilizzata per identificare il servizio cloud per motivi di rilevamento.

Stato

Specifica lo stato del servizio cloud.

I valori possibili sono:

  • Creating

  • Created

  • Deleting

  • Deleted

  • Changing

  • ResolvingDns

L'elemento Status è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

DateCreated

Specifica la data di creazione del servizio cloud nel formato [anno a 4 cifre]-[mese a 2 cifre]-[giorno a 2 cifre]T[ore a 2 cifre]:[minuti a 2 cifre]:[secondi a 2 cifre]Z. La data 2011-05-11T16:15:26Z è un esempio che può essere restituito dagli elementi DateCreated o DateLastModified.

L'elemento DateCreated è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

DateLastModified

Specifica la data dell'ultimo aggiornamento del servizio cloud nel formato [anno a 4 cifre]-[mese a 2 cifre]-[giorno a 2 cifre]T[ore a 2 cifre]:[minuti a 2 cifre]:[secondi a 2 cifre]Z. La data 2011-05-11T16:15:26Z è un esempio che può essere restituito dagli elementi DateCreated o DateLastModified.

L'elemento DateLastModified è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

Nome

Specifica il nome di una proprietà estesa del servizio cloud.

L'elemento Name è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

Valore

Specifica il valore di una proprietà estesa del servizio cloud.

L'elemento Value è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

GuestAgentType

Specifica il tipo di agente guest installato nell'istanza del ruolo. Tramite l'agente guest viene configurata l'istanza del ruolo e quest'ultima viene abilitata per le comunicazioni in Azure. Questo elemento indica se la sottoscrizione è abilitata per verificare le nuove versioni dell'agente guest.

I valori possibili sono:

  • ProdGA

  • TestGA

Specifica le distribuzioni nel servizio cloud.

 

Nome elemento Descrizione

Nome

Specifica il nome della distribuzione.

DeploymentSlot

Specifica l'ambiente in cui è in esecuzione la distribuzione, staging o production.

PrivateID

Specifica l'identificatore univoco della distribuzione.

Stato

Specifica lo stato della distribuzione.

I valori possibili sono:

  • Running

  • Suspended

  • RunningTransitioning

  • SuspendedTransitioning

  • Starting

  • Suspending

  • Deploying

  • Deleting

Label

Specifica l'identificatore con codifica Base 64 della distribuzione. L'etichetta può essere utilizzata per motivi di rilevamento.

URL

Specifica l'URL che può essere utilizzato per accedere al servizio cloud.

Se ad esempio il nome del servizio è MyService, è possibile accedere al servizio chiamando: http://MyService.cloudapp.net

Configurazione

Specifica il file di configurazione con codifica Base 64 della distribuzione.

RoleInstanceList

Contiene l'elenco delle istanze del ruolo nella distribuzione.

UpgradeStatus

Specifica le informazioni su un aggiornamento che si verifica nella distribuzione.

UpgradeDomainCount

Specifica il numero di domini di aggiornamento disponibili per il servizio cloud.

L'elemento UpgradeDomainCount è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

RoleList

Contiene l'elenco dei ruoli nella distribuzione.

SdkVersion

Specifica la versione di Azure SDK utilizzato per generare il pacchetto per la distribuzione.

I primi due componenti numerici della versione restituita rappresentano la versione dell'SDK utilizzato per creare il pacchetto.

L'elemento SdkVersion è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

Bloccato

Indica se la distribuzione è bloccata per le nuove operazioni di scrittura. True se la distribuzione è bloccata da un'operazione esistente che sta aggiornando la distribuzione; in caso contrario, false.

L'elemento Locked è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

RollbackAllowed

Indica se l'operazione Aggiornamento o aggiornamento di rollback è al momento consentita. True se l'operazione è consentita; in caso contrario, false.

noteNota
L'elemento RollbackAllowed è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

CreatedTime

Specifica l'ora di creazione della distribuzione.

LastModifiedTime

Specifica l'ora dell'ultima modifica della distribuzione.

VirtualNetworkName

Specifica il nome della rete virtuale a cui si connette la macchina virtuale.

L'elemento VirtualNetworkName è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

Dns

Specifica le impostazioni DNS personalizzate fornite per la distribuzione.

L'elemento Dns è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

ExtendedProperties

Specifica le proprietà utilizzate per fornire ulteriori informazioni su una distribuzione.

PersistentVMDowntime

Specifica le informazioni relative al momento in cui la macchina virtuale è stata avviata e arrestata.

L'elemento PersistentVMDowntime è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

VirtualIPs

Contiene gli indirizzi IP virtuali specificati per la distribuzione.

L'elemento VirtualIPs è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

Contiene l'elenco delle istanze del ruolo nella distribuzione.

 

Nome elemento Descrizione

RoleName

Specifica il nome del ruolo.

InstanceName

Specifica il nome di una determinata istanza del ruolo, se è in esecuzione un'istanza di questo tipo.

InstanceStatus

Specifica lo stato corrente di un'istanza del ruolo.

 

Messaggio di stato Descrizione

RoleStateUnknown

Indica che lo stato del ruolo è attualmente sconosciuto.

CreatingVM

Indica che le risorse vengono create per una macchina virtuale.

StartingVM

Indica l'avvio di una macchina virtuale.

CreatingRole

Indica che le risorse vengono create per un'istanza del ruolo.

StartingRole

Indica l'avvio di un'istanza del ruolo.

ReadyRole

Indica che un'istanza del ruolo è stata avviata ed è pronta per essere utilizzata.

BusyRole

Indica che un'istanza del ruolo non è disponibile per le richieste. Questo stato viene normalmente generato durante la creazione o l'arresto del ruolo.

StoppingRole

Indica l'arresto di un'istanza del ruolo.

StoppingVM

Indica l'arresto di una macchina virtuale.

DeletingVM

Indica l'eliminazione di una macchina virtuale.

StoppedVM

Indica che una macchina virtuale non è in esecuzione. Si tratta dello stato finale del processo di arresto e dopo StoppedVM non verranno ricevuti altri messaggi di stato.

RestartingRole

Indica l'arresto imprevisto o l'impossibilità di avvio di un'istanza del ruolo. Questo stato indica la presenza di un problema con l'istanza del ruolo che ne causa l'arresto anomalo o ne impedisce l'avvio. Per poter avviare l'istanza del ruolo, è necessario correggere prima il problema. Nei campi InstanceStateDetails e InstanceErrorCode possono essere incluse informazioni sull'errore che ha causato questo stato.

CyclingRole

Indica che l'istanza del ruolo non viene avviata correttamente. Questo stato indica che è presente un problema con l'istanza del ruolo che ne impedisce l'avvio e può essere generato dopo la ricezione dello stato StartingRole o ReadyRole. Per poter avviare il ruolo, è necessario individuare e correggere prima il problema nell'istanza del ruolo. Nei campi InstanceStateDetails e InstanceErrorCode possono essere incluse informazioni sull'errore del ruolo che ha causato questo stato.

FailedStartingRole

Indica che non è stato possibile avviare un'istanza del ruolo. Questo stato indica che è presente un problema con l'istanza del ruolo che ne impedisce l'avvio e può essere generato dopo la restituzione di StartingRole da parte del processo. Per poter avviare il ruolo, è necessario individuare e correggere prima il problema nel ruolo. I campi InstanceStateDetails e InstanceErrorCode possono contenere informazioni sull'errore del ruolo che ha causato questo stato, le quali possono essere utili per identificare ed eseguire il debug del problema.

FailedStartingVM

Indica che non è stato possibile avviare una macchina virtuale. Questo stato viene generato da Azure e non indica un errore con l'istanza del ruolo. Può essere generato dopo lo stato StartingRole.

UnresponsiveRole

Indica che si è verificato il timeout di un'istanza del ruolo prima della ricezione di un messaggio di stato e pertanto non è possibile rispondere alle richieste.

StoppedDeallocated

Indica che un'istanza del ruolo è stata arrestata e tutte le risorse allocate sono state rilasciate, pertanto viene arrestata la fatturazione per l'istanza del ruolo. Vengono restituite solo le istanze del ruolo con stato StoppedDeallocated nell'elenco di istanze del ruolo se la versione è 2013-06-01 o successiva. Se lo stato di tutte le istanze del ruolo nella distribuzione è StoppedDeallocated, la distribuzione non viene restituita.

InstanceUpgradeDomain

Specifica il dominio di aggiornamento a cui appartiene l'istanza del ruolo. Durante la distribuzione di un aggiornamento, tutte le istanze del ruolo presenti nello stesso dominio di aggiornamento vengono aggiornate contemporaneamente.

L'elemento InstanceUpgradeDomain è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

InstanceFaultDomain

Specifica il dominio di errore a cui appartiene l'istanza del ruolo. Le istanze del ruolo che fanno parte dello stesso dominio di errore possono essere tutte soggette agli errori dello stesso componente hardware condiviso.

L'elemento InstanceFaultDomain è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

InstanceSize

Specifica la dimensione dell'istanza del ruolo.

L'elemento InstanceSize è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

InstanceStateDetails

Fornisce uno snapshot dello stato dell'istanza del ruolo al momento della chiamata dell'operazione.

L'elemento InstanceStateDetails è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

InstanceErrorCode

I codice di errore per le macchine virtuali sono:

  • WaitTimeout: nessuna comunicazione da parte dell'istanza del ruolo in 25 minuti. Questo codice di errore indica in genere che non è stato eseguito l'avvio o che l'agente guest non è installato.

  • VhdTooLarge: l'immagine VHD selezionata è troppo grande per l'istanza del ruolo.

  • AzureInternalError: si è verificato un errore interno che ha impedito l'avvio dell'istanza del ruolo. Per ulteriore assistenza, rivolgersi al supporto tecnico.

Per i ruoli Web e di lavoro questo campo restituisce un codice di errore che può essere fornito al supporto di Azure per consentire la risoluzione degli errori. In genere, questo campo sarà vuoto.

L'elemento InstanceErrorCode è disponibile solo se si utilizza la versione 01/10/2011 o una versione successiva.

IpAddress

Specifica l'indirizzo IP dell'istanza del ruolo (DIP).

L'elemento IpAddress è disponibile solo se si utilizza la versione 01/03/2012 o una versione successiva.

InstanceEndpoints

Contiene l'elenco di endpoint dell'istanza per il ruolo.

PowerState

Indica lo stato di esecuzione dell'istanza del ruolo.

Di seguito sono indicati i valori possibili:

  • Starting

  • Started

  • Stopping

  • Stopped

  • Unknown

HostName

Specifica il nome host DNS del servizio cloud in cui è in esecuzione l'istanza del ruolo. Questo elemento viene elencato solo per le distribuzioni di macchine virtuali.

RemoteAccessCertificateThumbprint

Specifica l'identificazione digitale del certificato del server RDP (in Windows) o del certificato del server SSH (in Linux). L'identificazione digitale viene utilizzata solo per le macchine virtuali create da un'immagine.

L'elemento RemoteAccessCertificateThumbprint è disponibile solo se si utilizza la versione 01/08/2012 o una versione successiva.

Contiene l'elenco di endpoint dell'istanza per il ruolo.

 

Nome elemento Descrizione

Nome

Specifica il nome dell'endpoint.

Vip

Specifica l'indirizzo IP virtuale dell'endpoint.

L'elemento Vip è disponibile solo se si utilizza la versione 01/06/2011 o una versione successiva.

PublicPort

Specifica la porta esterna utilizzata dall'endpoint.

LocalPort

Specifica la porta interna utilizzata dall'endpoint.

Protocollo

Specifica il protocollo di traffico nell'endpoint.

Specifica le informazioni su un aggiornamento che si verifica nella distribuzione.

 

Nome elemento Descrizione

UpgradeType

Specifica il tipo dell'aggiornamento.

I valori possibili sono:

  • Auto

  • Manual

  • Simultaneous

CurrentUpgradeDomainState

Specifica lo stato corrente dell'aggiornamento. I valori possibili sono Before e During.

CurrentUpgradeDomain

Contiene un valore intero tramite cui viene identificato il dominio di aggiornamento corrente. I domini di aggiornamento vengono identificati con un indice in base zero: l'ID del primo dominio di aggiornamento è 0, l'ID del secondo dominio di aggiornamento è 1 e così via.

Contiene l'elenco dei ruoli nella distribuzione.

 

Nome elemento Descrizione

RoleName

Specifica il nome del ruolo.

OSVersion

Specifica la versione del sistema operativo in cui vengono eseguite le istanze del ruolo.

RoleType

Specifica il tipo del ruolo. Questo elemento viene elencato solo per le distribuzioni di macchine virtuali e per impostazione predefinita è PersistentVMRole.

ConfigurationSets

Contiene una raccolta di valori che rappresenta le impostazioni di configurazione dell'applicazione o di sistema.

AvailabilitySetName

Specifica il nome di una raccolta di macchine virtuali.

DataVirtualHardDisks

Contiene i parametri utilizzati per aggiungere un disco dati a una macchina virtuale.

OSVirtualHardDisk

Contiene i parametri utilizzati per creare il disco del sistema operativo per una macchina virtuale.

RoleSize

Specifica la dimensione dell'istanza del ruolo.

Contiene una raccolta di valori che rappresenta le impostazioni di configurazione dell'applicazione o di sistema.

 

Nome elemento Descrizione

ConfigurationSetType

Specifica il tipo di configurazione per il set di configurazione. Attualmente è sempre impostato su NetworkConfiguration.

InputEndpoints

Contiene una raccolta di endpoint esterni per una macchina virtuale.

SubnetNames

Contiene un elenco di nomi di subnet della rete virtuale a cui appartiene la distribuzione.

Contiene una raccolta di endpoint esterni per una macchina virtuale.

 

Nome elemento Descrizione

LoadBalancedEndpointSetName

Specifica un nome di un set di endpoint con carico bilanciato. Questo elemento viene elencato solo per le distribuzioni di macchine virtuali.

LocalPort

Specifica la porta interna su cui la macchina virtuale è in ascolto per servire l'endpoint. Questo elemento viene elencato solo per le distribuzioni di macchine virtuali.

Nome

Specifica il nome dell'endpoint esterno. Questo elemento viene elencato solo per le distribuzioni di macchine virtuali.

Porta

Specifica la porta esterna da utilizzare per l'endpoint.

LoadBalancerProbe

Contiene le impostazioni di endpoint utilizzate dal servizio di bilanciamento del carico di Azure per monitorare la disponibilità di una macchina virtuale prima di inoltrare il traffico all'endpoint.

Protocollo

Specifica il protocollo di trasporto per l'endpoint.

I valori possibili sono:

  • TCP

  • UDP

Vip

Specifica l'indirizzo IP virtuale dell'endpoint.

Contiene le impostazioni di endpoint utilizzate dal servizio di bilanciamento del carico di Azure per monitorare la disponibilità di una macchina virtuale prima di inoltrare il traffico all'endpoint.

 

Nome elemento Descrizione

Percorso

Specifica il nome del percorso relativo da verificare per determinare lo stato di disponibilità. Se Protocol è impostato su TCP, questo valore deve essere NULL.

Esempio:

path

Per eseguire il probe, verrà utilizzato https://example.com/path.

Porta

Specifica la porta da utilizzare per verificare lo stato di disponibilità.

Protocollo

Specifica il protocollo da utilizzare per verificare lo stato di disponibilità.

I valori possibili sono:

  • HTTP

  • TCP

Specifica le impostazioni DNS personalizzate fornite per la distribuzione.

 

Nome elemento Descrizione

Nome

Specifica il nome del server DNS.

Address

Specifica l'indirizzo IP del server DNS.

Specifica le proprietà utilizzate per fornire ulteriori informazioni su una distribuzione.

 

Nome elemento Descrizione

Nome

Specifica il nome di una proprietà associata alla distribuzione.

Valore

Specifica il valore di una proprietà associata alla distribuzione.

Specifica le informazioni relative al momento in cui la macchina virtuale è stata avviata e arrestata.

 

Nome elemento Descrizione

StartTime

Specifica l'ora di avvio della macchina virtuale.

EndTime

Specifica l'ora di arresto della macchina virtuale.

Stato

Specifica lo stato della macchina virtuale.

Contiene gli indirizzi IP virtuali specificati per la distribuzione.

 

Nome elemento Descrizione

Address

Specifica l'indirizzo IP virtuale della distribuzione.

Contiene i parametri utilizzati per aggiungere un disco dati a una macchina virtuale.

 

Nome elemento Descrizione

HostCaching

Specifica il comportamento di memorizzazione nella cache della piattaforma del BLOB di un disco dati per l'efficienza di lettura/scrittura.

I valori possibili sono:

  • None

  • ReadOnly

  • ReadWrite

L'insieme di credenziali predefinito è ReadOnly.

DiskName

Specifica il nome del VHD da utilizzare per la creazione del disco dati per la macchina virtuale.

Lun

Specifica il numero di unità logica (LUN) per il disco dati. Tramite il LUN viene specificato lo slot in cui viene visualizzata l'unità dati una volta montata per l'utilizzo da parte della macchina virtuale. Questo elemento viene elencato solo quando più dischi dati sono collegati a una macchina virtuale.

LogicalDiskSizeInGB

Specifica le dimensioni, in GB, del disco da collegare alla macchina virtuale.

MediaLink

Specifica il percorso nel servizio di archiviazione di Azure del VHD associato al disco.

Esempio:

http://example.blob.core.windows.net/disks/mydatadisk.vhd

Contiene i parametri utilizzati per creare il disco del sistema operativo per una macchina virtuale.

 

Nome elemento Descrizione

HostCaching

Specifica il comportamento di memorizzazione nella cache della piattaforma del BLOB di un disco del sistema operativo per l'efficienza di lettura/scrittura.

I valori possibili sono:

  • ReadOnly

  • ReadWrite

DiskName

Specifica il nome di un'immagine del sistema operativo nell'archivio immagini.

MediaLink

Specifica il percorso nel servizio di archiviazione di Azure del VHD associato al disco del sistema operativo.

SourceImageName

Specifica il nome dell'immagine di origine utilizzata per creare il disco del sistema operativo.

Sistema operativo

Specifica il sistema operativo che è in esecuzione nella macchina virtuale.

Per ottenere i nomi dei servizi cloud nella sottoscrizione, è possibile elencare i servizi cloud.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft