VENDITE: 1-800-867-1389

Cache denominate per il Servizio cache gestito di Azure

Aggiornamento: luglio 2010

noteNota
Per indicazioni sulla scelta dell'offerta di Cache di Azure più adatta alla propria applicazione, vedere Qual è l'offerta di Cache di Azure più adatta alle mie esigenze?.

Il Servizio cache gestito supporta le cache denominate, che forniscono flessibilità per configurare opzioni di cache diverse per set di dati differenti. Ogni cache include una cache denominata predefinita. Nelle offerte di Cache Standard e Premium è possibile configurare fino a nove cache denominate aggiuntive. Ogni cache denominata include specifiche impostazioni individuali, ad esempio disponibilità elevata, notifiche, rimozione personalizzata e criteri di scadenza. Questo argomento fornisce una panoramica delle cache denominate.

Le cache denominate vengono configurate nel portale di gestione, nella scheda Configura relativa alla cache. A seconda dell'offerta di Cache, sono disponibili differenti impostazioni di configurazione.

noteNota
Il Servizio cache gestito è disponibile nelle offerte Basic, Standard e Premium, ciascuna delle quali differisce in termini di prezzi e funzionalità. Per altre informazioni, vedere Offerte di cache per il Servizio cache gestito di Azure.

Per l'offerta di Cache Basic sono disponibili le seguenti impostazioni.

Configurazione di base del Servizio cache di Azure

Poiché l'offerta di Cache Basic supporta soltanto la cache denominata predefinita, non è possibile creare altre cache denominate.

Oltre alla cache denominata predefinita, l'offerta di Cache Standard supporta fino a nove cache denominate aggiuntive. Supporta inoltre anche le notifiche.

Configurazione standard del Servizio cache di Azure

Oltre alla cache denominata predefinita, l'offerta di Cache Premium supporta fino a nove cache denominate aggiuntive. Supporta inoltre anche le notifiche e la disponibilità elevata.

Cache denominate nel Servizio cache di Azure

Oltre a quella predefinita, le offerte Basic e Premium supportano fino a nove cache denominate. Per creare una nuova cache denominata, digitarne il nome nella casella Nome, configurare le impostazioni desiderate e fare clic su Salva. Per annullare la creazione della nuova cache denominata, fare clic su Ignora. Nell'esempio seguente sono presenti due cache denominate, default e Namedcache1, e la cache NamedCache2 in fase di creazione.

Cache denominate nel Servizio cache di Azure

Per eliminare una cache denominata, fare clic sulla X a destra della colonna Rimozione in corrispondenza della cache in oggetto. Quando si elimina una cache denominata, tutti i dati in essa contenuti vanno persi.

noteNota
La cache denominata predefinita non può essere rinominata né eliminata.

Le impostazioni delle cache denominate vengono configurate nel portale di gestione, nella scheda Configura relativa alla cache.

Cache denominate nel Servizio cache di Azure
noteNota
In questo esempio viene visualizzata la scheda Configura relativa a una cache Premium. Le cache Basic e Standard hanno meno colonne, come descritto in Cache denominate.

La tabella seguente fornisce una panoramica delle impostazioni delle cache denominate.

 

Funzionalità Descrizione Offerte di Cache

Nome

L'identificatore usato per accedere agli elementi presenti nella cache denominata.

È configurata una cache predefinita. Nelle offerte Standard e Premium è possibile configurare fino a nove cache denominate aggiuntive.

Disponibilità elevata

Fornisce disponibilità elevata per gli elementi nella cache. Se un errore causa la perdita di alcuni elementi, le copie di backup presenti nella cache risultano comunque disponibili.

Per altre informazioni, vedere Disponibilità elevata per il Servizio cache gestito di Azure.

Solo Premium

Notifiche

Questa impostazione consente all'applicazione di ricevere notifiche asincrone quando vengono eseguite diverse operazioni cache nella cache.

Per altre informazioni, vedere Notifiche per il Servizio cache gestito di Azure.

Solo Standard e Premium

Criteri di rimozione

Le opzioni disponibili sono Abilitato, che prevede l'uso di un algoritmo LRU (utilizzati meno di recente) per determinare gli elementi da rimuovere, o Disabilitato. Il valore predefinito è Abilitato.

Per altre informazioni, vedere Scadenza e rimozione per il Servizio cache gestito di Azure.

Tutte

Durata (min)

La scadenza predefinita per gli elementi nella cache è 10 minuti, ma è configurabile. La scadenza per i singoli elementi aggiunti alla cache può essere specificata anche tramite gli overload di Add e Put quando vengono aggiunti elementi alla cache. Durata (min), insieme a Criterio di scadenza, consente di determinare la scadenza degli elementi.

Per altre informazioni, vedere Scadenza e rimozione per il Servizio cache gestito di Azure.

Tutte

Criterio di scadenza

Sono disponibili tre tipi di criteri di scadenza: Nessuna, Assoluta ed Estendibile. Quando si specifica Assoluta, l'intervallo di scadenza specificato da Durata (min) inizia quando gli elementi vengono aggiunti alla cache. Quando si specifica Estendibile, l'intervallo viene reimpostato ogni volta che si verifica un accesso a un elemento nella cache. Quando si specifica Nessuna, è necessario che il valore di Durata (min) sia impostato su 0: in questo modo, gli elementi non scadranno. Il valore predefinito è Assoluta.

Per altre informazioni, vedere Scadenza e rimozione per il Servizio cache gestito di Azure.

Tutte

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft