VENDITE: 1-800-867-1389

Informazioni sulla privacy per Windows Azure Backup

Pubblicato: aprile 2013

Aggiornamento: aprile 2014

Si applica a: Windows Server 2008 R2 with SP1, Windows Server 2012

Le informazioni raccolte da o inviate a Microsoft dal servizio, inclusi i dati dell'utente, potranno essere archiviate ed elaborate negli Stati Uniti o in qualsiasi altro Paese in cui siano presenti Microsoft, le sue consociate, le sue filiali o i provider di servizi. Microsoft rispetta la convenzione Safe Harbor stabilita dal Ministero del Commercio degli Stati Uniti relativamente alla raccolta, al trattamento e alla detenzione di dati di utenti dei Paesi dell'Unione europea, dell'Area Economica Europea e in Svizzera.

Nella sezione seguente vengono fornite ulteriori informazioni sulle funzionalità che influiscono sulla privacy di Windows Azure Backup.

Descrizione della funzionalità:

Raccolta dell'ID utente e della password del cliente per fornire la stessa autenticazione dell'utente.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Per ulteriori informazioni sui dati raccolti, elaborati o trasmessi, fare riferimento all'Informativa sulla Privacy per i Microsoft Online Services in http://go.microsoft.com/fwlink/p/?LinkId=251468.

Descrizione della funzionalità:

È possibile utilizzare questa funzionalità per registrare il server con il servizio. La registrazione consente di stabilire una relazione di trust tra il server e il servizio affinché il servizio possa eseguire il backup dei dati.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Dopo la registrazione di un server, il servizio raccoglie, elabora e trasmette le informazioni seguenti:

  1. identificatore univoco Passport (PUID) per l'ID utente che Microsoft fornisce all'utente ai fini della registrazione per il servizio;

  2. un certificato generato nel server progettato per il backup dal servizio;

  3. il nome del server che viene registrato.

Utilizzo delle informazioni:

Il servizio utilizza le informazioni nel modo seguente:

  1. PUID per l'ID utente dell'organizzazione: viene utilizzato per convalidare che il certificato autofirmato (elemento 2 di seguito) che viene ricevuto provenga da un'origine attendibile ovvero dal server registrato. Quando si utilizza la versione non definitiva di questo servizio, ad esempio nel corso di un Microsoft Technical Adoption Program, il servizio verrà sottoposto a un provisioning non definitivo con i PUID per gli ID utente che vengono sottoposti al provisioning per l'organizzazione.

  2. Certificato: viene utilizzato per identificare e autenticare un server registrato per accedere al servizio. Il servizio utilizza la parte della chiave pubblica del certificato per fornire un token a cui solo il server registrato può accedere. Il server dovrà utilizzare questo token per accedere alle funzionalità del servizio.

  3. Nome del server: il nome del server è necessario quando si utilizza la funzionalità di ripristino del servizio descritta di seguito. Quando si decide di ripristinare i dati di cui è stato eseguito il backup, verrà visualizzato l'elenco di tutti i server registrati in base al nome in modo che sia possibile identificare correttamente quali dati di cui è stato eseguito il backup si desiderano recuperare e ripristinare.

Scelta e controllo:

queste informazioni sono una parte essenziale del processo di registrazione del servizio perché consentono all'utente e al servizio l'identificazione dei dati da ripristinare e del corretto server registrato. Se non si desidera inviare queste informazioni al servizio, non utilizzare questo servizio. Se si registra il server e quindi successivamente si desidera annullarne la registrazione, è possibile a tale scopo utilizzare i commandlet, come descritto nella guida per i primi abbonati. Tuttavia, se si annulla la registrazione del server dal servizio, non sarà possibile mantenere aggiornato il backup oppure ripristinare i dati nel server registrato corretto.

Descrizione della funzionalità:

Questa funzionalità consente all'utente di diagnosticare il problema. Consente inoltre di visualizzare ulteriori informazioni relative alla risoluzione o alle azioni consigliate quando si verifica l'errore. Il collegamento apre Wiki di TechNet in Internet Explorer con le informazioni pertinenti.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Il servizio raccoglie, elabora e trasmette le informazioni seguenti come parte della funzionalità dei collegamenti P2W:

  • Nome agente.

  • Versione dell'agente.

  • ID evento.

  • LCID

Utilizzo delle informazioni:

Il servizio utilizza le informazioni nel modo seguente: il nome dell'agente, la versione dell'agente, l'ID evento, l'LCID (ID impostazioni locali) identificano in modo univoco l'articolo di Wiki da visualizzare o viene eseguita una ricerca dei risultati in Bing.

Scelta e controllo:

Se non si desidera inviare queste informazioni al servizio, non utilizzare questo servizio.

Descrizione della funzionalità:

Il servizio consente di eseguire il backup dei dati presenti nelle cartelle e nei file del server di cui deve essere eseguito il backup dal servizio. Per "dati" si intendono tutti i file audio, di immagine e testo caricati o sottoposti al backup utilizzando il servizio.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Il servizio raccoglie, elabora e trasmette le informazioni seguenti come parte della funzionalità di backup:

  • I metadati per il backup che includono i nomi dei server registrati, il volume dei dati, l'ora in cui è stato eseguito il backup dei dati dal server registrato, i nomi dei file, i nomi delle cartelle e gli attributi dei file, ad esempio l'elenco di controllo di accesso, le dimensioni dei file, le date/ore di modifica e i flussi alternativi.

  • I dati e il contenuto dei file del cliente vengono crittografati con una chiave generata automaticamente dal software di Windows Server.

  • Il formato crittografato della chiave generata automaticamente sul server registrato.

Utilizzo delle informazioni:

Il servizio utilizza le informazioni nel modo seguente:

  1. I metadati vengono utilizzati per abilitare le operazioni di recupero, ad esempio sfogliare i dati di cartelle o file prima del recupero o cercare i dati di cartelle o file prima del recupero;

  2. Un token firmato con il certificato generato durante il passaggio della registrazione del server. In questo modo si consente al servizio di autenticare il server in modo univoco.

  3. Il formato crittografato della chiave di crittografia generata automaticamente viene trasferito e archiviato insieme ai dati sottoposti al backup. Quando si ripristinano i dati, questa chiave crittografata viene prima ripristinata e quindi decrittografata sul server registrato. I dati crittografati vengono poi scaricati come parte della funzionalità di ripristino e decrittografati localmente prima del ripristino dei dati nel server registrato.

Scelta e controllo:

Se non si desidera inviare queste informazioni al servizio, non utilizzare questo servizio.

Importante:

Quando si definiscono i dati da inviare al servizio, i dati vengono crittografati nel server registrato prima di essere inviati al servizio. È possibile che venga richiesto di specificare quando una passphrase di crittografia al momento del ripristino dei dati che non viene trasmessa al servizio. In altre parole, la passphrase di crittografia è nota solo all'utente e non viene condivisa con Microsoft. Quando il servizio recupera e ripristina i dati nel server registrato desiderato, la passphrase di crittografia verrà richiesta per consentire la decrittografia dei dati ripristinati.

L'amministratore del server può accedere ed eseguire il backup di tutti i dati di un server, inclusi i file dai PC connessi. Questo accesso è una funzionalità del server e non del servizio. È a discrezione dell'utente notificare agli utenti dei PC tale accesso dell'amministratore.

La passphrase di crittografia consente di crittografare e isolare i dati, mentre è possibile che altri amministratori della stessa società accedano ai metadati che includono le proprietà di file e cartelle come i nomi, i flussi di sicurezza e così via.

Il nome utente e la password del proxy vengono archiviati nel computer locale. La password può essere visibile ad altri amministratori nel computer. Assicurarsi di utilizzare credenziali appropriate.

Descrizione della funzionalità:

Questa funzionalità consente di ripristinare i dati sottoposti al backup e archiviati nel servizio in uno dei server registrati definiti come posizione di destinazione.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

La funzionalità di ripristino raccoglie, elabora e trasmette le informazioni seguenti come parte del ripristino:

  1. il nome del server in cui è stato eseguito il backup;

  2. il volume dei dati da ripristinare;

  3. l'ora in cui è stato eseguito il backup dei dati nel servizio;

  4. il nome dei file e delle cartelle da ripristinare;

  5. la posizione di destinazione nel server registrato con il servizio per ripristinare i dati.

Utilizzo delle informazioni:

Il servizio utilizza le informazioni nel modo seguente:

  1. i dettagli come il nome del server, il volume, i nomi dei file e delle cartelle e l'ora del backup consentono al servizio di individuare i dati sottoposti al backup o all'archiviazione che si desiderano ripristinare;

  2. il percorso di destinazione è necessario per determinare dove devono essere inviati i dati recuperati nel server registrato.

Scelta e controllo:

Se non si desidera inviare questi dati al servizio, non utilizzare questa funzionalità.

Importante:

  1. una passphrase di crittografia è necessaria per consentire la decrittografia dei dati ripristinati una volta ripristinati nel server registrato. È possibile che venga richiesto di specificare quando una passphrase di crittografia al momento del ripristino dei dati che non viene trasmessa al servizio.

  2. Tutti i dati inviati dal servizio a Windows Azure™ utilizzano HTTP/HTTPS. Per ulteriori informazioni, vedere l'Informativa sulla privacy della piattaforma Windows Azure in http://www.microsoft.com/online/legal/it-it/Azure_privacy_statement.htm

Descrizione della funzionalità:

Quando si definiscono i dati per il backup in questo servizio, l'indirizzo IP del server viene inviato insieme ai dati a Windows Azure per l'archiviazione.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Il servizio raccoglie, elabora e trasmette l'indirizzo IP del server registrato in cui si trovano i dati.

Utilizzo delle informazioni:

Il servizio utilizza l'indirizzo IP del server registrato per identificare il server in cui si trovano i dati per consentire al servizio di eseguire il backup dei dati corretti. L'indirizzo IP del server viene inoltre utilizzato per individuare i dati archiviati in Windows Azure al fine di identificare i dati e ripristinarli nel server corretto.

Scelta e controllo:

Se non si desidera che l'indirizzo IP del server venga inviato al servizio, non utilizzare questa funzionalità.

Descrizione della funzionalità:

Si raccolgono le informazioni di base sulla configurazione hardware, sulla modalità di utilizzo del software e del servizio, sul tipo e sul numero di errori riscontrati, sulle prestazioni del servizio, hardware e software e sulla velocità dei servizi al fine di individuare tendenze e modelli di utilizzo. Le informazioni vengono raccolte per gli scopi seguenti:

  1. Analisi dei dati per comprendere l'utilizzo dei clienti del servizio per fornire, eseguire, gestire e/o migliorare la qualità, l'affidabilità e le prestazioni del servizio.

  2. Controllo delle azioni come parte del contratto di servizio e del programma di conformità.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Il servizio Reporting Services di telemetria raccoglie le informazioni seguenti da tutti i clienti:

  1. Utilizzo del servizio

  2. PUID cliente, ID computer e ID società per tutte le operazioni seguenti:

    1. Sottoscrizioni al servizio

    2. Registrazione di server al servizio e identificazione della SKU dei clienti

    3. ID computer e ID società (entrambi vengono generati dal servizio) per comprendere la distribuzione normale dei server tra i clienti del servizio

    4. Impostazioni e configurazione di backup modificate (Aggiungi/Aggiorna/Elimina) nei server dei clienti

    5. Analisi dei dati di backup. I dettagli seguenti vengono acquisiti dal servizio per ogni server: data e ora di backup, quantità di dati sottoposti a backup, numero di file sottoposti al backup, frequenza di modifica dei dati sottoposti a backup, tempo impiegato per l'operazione di backup e singoli componenti del backup

    6. Analisi dei dati di ripristino. I dettagli seguenti vengono acquisiti dal servizio per ogni server: data e ora di ripristino, quantità di dati ripristinati, numero di file ripristinati, frequenza di modifica dei dati ripristinati, tempo impiegato per l'operazione di ripristino e singoli componenti nell'operazione di ripristino e tipo di ripristino (lo stesso server o server alternativo) e

    7. Utilizzo della funzionalità del servizio (ad esempio, la frequenza delle operazioni backup/ripristino, il servizio utilizzato per le funzionalità di backup o ripristino oppure di entrambi).

  3. Affidabilità del servizio

    1. Informazioni sugli errori e sugli avvisi rilevati durante le operazioni dell'agente insieme al codice di errore, alla versione del sistema operativo e alla versione dell'agente.

  4. Utilizzo del portale Web

    1. Tipo di browser, tempo di caricamento della pagina, tempo di richiesta della pagina, posizione della richiesta e altre informazioni che identificano le prestazioni e l'affidabilità della velocità della richiesta Web.

Utilizzo delle informazioni:

Il servizio utilizza le informazioni nel modo seguente:

  1. Informazioni sui modelli di sottoscrizione dei clienti del servizio, distribuzione dei server e dettagli di SKU del server tra i clienti del servizio

  2. Le informazioni sull'impostazione dei criteri e delle configurazioni nei servizi consentono di specificare modelli di backup e ripristino per le operazioni di backup, ad esempio il numero di backup eseguiti ogni giorno o settimana, consentono a Microsoft di migliorare la scala del servizio.

  3. Le informazioni sulla distribuzione della quantità di dati trasferiti (sottoposti a backup o ripristino) durante un normale backup/ripristino e i singoli modelli di utilizzo del cliente. Queste informazioni consentono a Microsoft di gestire correttamente il servizio, migliorare la scala e la pianificazione della capacità del servizio e identificare l'utilizzo improprio potenziale del servizio che potrebbe interessare altri clienti.

  4. Informazioni sull'utilizzo tipico delle funzionalità da parte del cliente, i frequenti scenari di errore consentono di migliorare l'affidabilità del servizio e di individuare le aree generali di miglioramento per l'intero servizio.

  5. Identificare le aree generali di miglioramento per il portale Web.

  6. Per individuare la domanda del servizio in regioni diverse e contattare i clienti per scenari di supporto e/o correlati al servizio

  7. Soddisfare i requisiti di conformità del controllo per gli aggiornamenti che provocano modifiche allo stato del servizio.

Scelta e controllo:

Questa funzionalità è abilitata per impostazione predefinita e non può essere disabilitata per questo servizio. Se non si desidera inviare i dati precedentemente elencati, non utilizzare questo servizio.

Descrizione della funzionalità:

Questa funzionalità fornisce un servizio che consente di comunicare a Microsoft i problemi che si possono verificare con questo servizio e di ricevere informazioni che possano aiutare a evitare o risolvere tali problemi.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Per informazioni sui dati raccolti, elaborati o trasmessi dal servizio Segnalazione errori Microsoft, vedere l'informativa sulla privacy del servizio Segnalazione errori Microsoft in http://oca.microsoft.com/it/dcp20.asp.

Utilizzo delle informazioni:

I dati della segnalazione degli errori vengono utilizzati per risolvere i problemi relativi ai clienti e per migliorare il software e il servizio.

Scelta e controllo:

Il servizio soddisferà le impostazioni di Segnalazione errori Microsoft in ogni computer sottoposto al backup dal servizio. Queste impostazioni non vengono modificate.

Importante:

I clienti aziendali possono utilizzare Criteri di gruppo per configurare il comportamento della Segnalazione errori Microsoft nei propri computer. Nelle opzioni di configurazione è inclusa la possibilità di disabilitare tale funzionalità. Se si è amministratori e si desidera configurare i criteri di gruppo per Segnalazione errori Microsoft, vedere i dettagli tecnici disponibili in http://msdn.microsoft.com/it-it/library/bb513638(v=VS.85).aspx.

Descrizione della funzionalità:

È possibile scegliere di includere la Guida nelle ricerche quando si è connessi a Internet per disporre del contenuto più aggiornato.

Dati raccolti, elaborati o trasmessi:

Quando si utilizza la Guida, la richiesta viene inviata a Microsoft. Se si digitano informazioni personali nella casella di ricerca, le informazioni verranno inviate a Microsoft, ma non verranno utilizzate per identificare o contattare l'utente.

Utilizzo delle informazioni:

La Guida utilizza le informazioni della ricerca per restituire i risultati più significativi, migliorare il contenuto esistente e sviluppare nuovo contenuto.

Scelta e controllo:

Se non si desidera inviare questi dati a Microsoft, non utilizzare la funzionalità della Guida.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft